Quantcast

L’Aquila, si torna sui banchi: le emozioni del primo giorno di scuola

È tornata a suonare la campanella in tutte le scuole anche a L'Aquila: un primo giorno sempre speciale, soprattutto dopo le difficoltà dovute alla dad. Zaini in spalla, mascherine e si parte.

È tornata a suonare la campanella in tutte le scuole: un primo giorno sempre speciale e non potrebbe essere altrimenti, soprattutto dopo le difficoltà dovute alla didattica a distanza. Zaini in spalla, mascherine e si parte!

Il Capoluogo ha seguito il primo giorno di scuola a L’Aquila, precisamente a Colle Sapone. Parcheggi di nuovo pieni, negli istituti scolastici, gli studenti tutti pronti all’ingresso. Chi si dà appuntamento all’uscita, chi raggiunge i propri compagni, già entrati in classe. Si respira tutta l’emozione del primo giorno dalle immagini immortalate di un nuovo primo giorno, per gli studenti aquilani. Mentre dalle istituzioni e da tutta la città arrivano messaggi di auguri per la ripartenza dell’anno scolastico 2021-2022. Un anno che, si spera, possa trascorrere in sicurezza e serenità.

primo giorno scuola 2021 2022 colle sapone bar acquasanta
primo giorno scuola 2021 2022 colle sapone

La diretta e le immagini del Capoluogo.

Primo giorno di scuola, il messaggio del sindaco Biondi

Care ragazze e cari ragazzi,

“Carpe diem, cogliete l’attimo, rendete straordinarie le vostre vite!”. Pur essendo una citazione oggetto di culto nel Novecento, resta splendente nell’immediatezza e universalità del messaggio, perché ci racconta che la scuola è e deve essere il baricentro di una comunità sana, ci indica la strada maestra della conoscenza, della bellezza dello studio per la propria crescita.

E le vostre vite saranno straordinarie perché la scuola, liberata – come tutti ci auguriamo – dal giogo dell’emergenza sanitaria, potrà tornare ad essere luogo di vita e culla dei vostri sogni. Perché i sogni, “fanno un po’ paura agli adulti – ha detto Papa Francesco in occasione di un incontro con i giovani – forse perché hanno smesso di sognare e di rischiare, forse perché i sogni mettono in crisi le loro scelte di vita. Ma voi non lasciatevi rubare i vostri sogni”.

primo giorno scuola 2021 2022l'aquila

Nel romanzo, “Bianca come il latte, rossa come il sangue”, Alessandro D’Avenia, nato professore, scrive che una vita senza sogni è come un giardino senza fiori, per poi aggiungere che una vita di sogni impossibili è come un giardino di fiori finti. Questo per dire che i sogni non possono rimanere tali, devono trasformarsi in progetti e per questo hanno anche bisogno di superare ostacoli e affrontare difficoltà per ottenere la credibilità che meritano.

È a questo punto che entra in gioco la Scuola e il suo non facile ma strategico ruolo teso a supportare i ragazzi a dare forma ai loro progetti di vita, potendo contare sul sapere, miniera inestimabile e inesauribile dell’umanità.

In questo lunghissimo periodo di didattica a distanza, quello che è mancato tra le mura delle scuole è stato il rumore dei vostri cuori, la freschezza delle vostre menti, l’ansia palpabile per il compito in classe, il sentire non sempre positivo verso gli insegnanti, le piccole e grandi incomprensioni tra i banchi, gli amori appena nati, le delusioni sempre in agguato.
Nell’uomo evoluto si è rivelato importante l’“intorno” in cui si apprendeva: poteva essere una foresta, una caverna, una capanna, un portico, un cortile, un chiostro, una basilica, un’abbazia. Per tutti noi, oggi deve tornare ad essere l’edificio scuola, così carico di memoria di vite e di sogni, così semplicemente stupefacente nella sua missione educativa.

Mai avreste pensato che vi potesse mancare tanto! Credo che questo periodo così fortemente segnato dalla pandemia possa aiutarci a rivalutare valori, affetti, luoghi. A comprendere che una società complessa come l’attuale, le sue conquiste intellettuali e fisiche, possano essere messe in crisi da un…batterio.

Ma oggi, 13 settembre 2021, la riapertura delle scuole rappresenta un segnale di speranza verso una vita di relazioni sia pure con le distanze precauzionali che si accorceranno sempre di più – grazie anche alla campagna vaccinale – sino a farci ritrovare la bellezza di abbracci, baci, carezze…
La Scuola, care ragazze e ragazzi, è un fantastico mondo e oggi si può tornare a varcarne il portone e ad assaporarne di nuovo i riti della campanella, dell’intervallo, della mano alzata.

Gli amici ritrovati, gli zaini pieni di libri e di sogni, la generosità intellettuale dei docenti, la tradizionale e mai scontata disponibilità del personale tecnico-amministrativo e ausiliario vi accompagnino nella vita quale ricordo di un tempo che vi scalderà per sempre l’anima.

A L’Aquila, il Comune ha disposto alcune modifiche alla viabilità, che interessano soprattutto il polo scolastico di Colle Sapone, per evitare ingorghi all’ingresso degli istituti scolastici.

primo giorno scuola 2021 2022 colle sapone

Nuova segnaletica orizzontale nei pressi delle sedi scolastiche, ripristino della pedonalizzazione dell’area del polo di Colle Sapone negli orari di entrata e uscita da scuola, implementazione delle corse dei bus urbani per le scuole secondarie di primo grado di Bagno, Pianola e Paganica, convenzione con l’associazione dei Carabinieri in congedo per garantire maggiore sicurezza nei pressi delle scuole di via Antica Arischia.

Queste le principali modifiche stabilite da un’ordinanza. Con riferimento specifico della viabilità nel polo scolastico di Colle Sapone, il divieto di transito per i veicoli che scatterà lunedì 13 settembre, sarà valido dalle ore 7,30 alle ore 9,00 e dalle ore 12,30 alle 14,00, e riguarderà via Acquasanta, nel tratto compreso tra la rotatoria con via Mezzanotte e l’incrocio con viale Antonio Panella, e via Guglielmo Enrico Fritzsche.

Parte in anticipo il servizio mensa

Il servizio di refezione scolastica per le scuole, sia dell’infanzia che della primaria, sarà attivo da lunedì 20 settembre, mentre il 1° ottobre inizieranno i servizi di trasporto scolastico e di pre-interscuola; per quest’ultimo gli uffici proveranno ad anticiparne l’avvio. Rispetto allo scorso anno, le mense scolastiche partiranno, dunque, con otto giorni di anticipo per le scuole dell’infanzia e dieci giorni prima per le primarie, mentre non ci sono sostanzialmente variazioni per gli altri due servizi”. Lo ha comunicato l’assessore alle Politiche sociali ed educative Francesco Cristiano Bignotti.

“Anche quest’anno scolastico è caratterizzato dalla normativa emergenziale legata al Covid19, che prevede, tra l’altro, la possibilità di orari scaglionati di ingresso, oltre che di un più razionale e diversificato utilizzo degli spazi interni. Dall’esperienza dello scorso anno abbiamo riscontrato che è importante per gli istituti scolastici poter verificare se le scelte ipotizzate nella teoria funzionino sul campo, per cui i primi giorni saranno dedicati ad un delicato rodaggio. Per questi motivi e per non appesantire ulteriormente il complesso lavoro dei presidi, che quest’anno avranno anche l’ulteriore responsabilità ed incombenza del controllo dei green pass, in continuità con le scelte condivise con le scuole nel settembre 2020, abbiamo calendarizzato i servizi nel modo descritto. La finalità è di soddisfare al meglio le esigenze degli istituti scolastici e, quindi, degli utenti, in un complicato incastro dei tempi, considerando le oltre 20 linee di scuolabus, che quotidianamente accompagnano a scuola circa 800 bambini, i circa 600 bambini che usufruiscono del pre-interscuola, gli oltre 3mila pasti forniti quotidianamente. Pertanto, come più volte evidenziato, la collaborazione tra il Comune dell’Aquila, i sei Istituti comprensivi e le famiglie dovrà essere, come lo scorso anno, dinamica e flessibile”.