Quantcast

Elezioni Lanciano, Tonia Paolucci: “Con noi il rinnovamento che serve alla città”

LANCIANO - In vista delle prossime elezioni amministrative, l'intervista a Tonia Paolucci (Libertà in Azione): "Il nostro impegno contro la continuità di chi ha creato solo problemi".

LANCIANO – In vista delle prossime elezioni amministrative, l’intervista a Tonia Paolucci (Libertà in Azione): “Il nostro impegno contro la continuità di chi ha creato solo problemi”.

Una lista civica capace di superare il dualismo Lega-FdI e indicare autorevolmente il percorso per individuare in Filippo Paolini il candidato sindaco di tutto il centrodestra. Si tratta di Libertà in Azione, il movimento civico orientato al centrodestra che ha in Tonia Paolucci e nei suoi anni di ferma opposizione, una delle rappresentanti di punta della base politica per una proposta alternativa che di fatto ha ricucito un centrodestra ormai compatto e lanciato nella campagna elettorale delle prossime elezioni amministrative. “L’esperienza del 2016 – spiega Tonia Paolucci al Capoluogo.it – in questo senso ha aiutato molto; con una squadra nuova siamo riusciti ad avere quasi il 25%, siamo stati sempre presenti come opposizione ferma, ma costruttiva e questo ci ha dato la forza di tracciare un percorso anche per queste elezioni amministrative”.

Elezioni amministrative che hanno un obiettivo dichiarato: “L’impegno per realizzare un programma dettagliato, contro una continuità amministrativa che ha creato problemi e ha dato l’idea, confermata in più occasioni, di una squadra divisa. Oggi il centrosinistra deve dire cosa ha fatto in questi anni, noi diciamo cosa ci impegniamo a realizzare, assicurando che saremo lì a vigilare per fare in modo che gli impegni presi con gli elettori non vengano disattesi“.

Amministrazione Pupillo quindi bocciata da Tonia Paolucci, che sottolinea: “Oltre alla continuità rispetto all’amministrazione precedente, rispetto a uomini e progetti, il più grande neo di quella uscente è la totale chiusura al confronto. Noi siamo state sentinelle attente, ma sempre in chiave propositiva. Questa disponibilità non è mai stata presa in considerazione. L’unico punto di luce c’è stato quando abbiamo chiesto, nel momento della pandemia, di spogliarci dei colori politici e trovare piccole soluzioni per i cittadini. Per il resto l’amministrazione uscente ha creato solo problemi, dalla pista ciclabile in via del Mare alla pavimentazione del corso, che necessiterà di manutenzione continua, fino alla Ztl che ha creato danni ai cittadini e gli enormi debiti fuori bilancio a carico della Pubblica Amministrazione”.

Libertà in Azione, Tonia Paolucci: “Il nostro programma”.

Per tracciare il percorso di discontinuità rispetto all’amministrazione uscente, Tonia Paolucci individua alcune priorità rispetto al programma amministrativo, a partire dalla “riorganizzazione della macchina amministrativa“, considerata “datata, con evidente carenze in fatto di digitalizzazione. Nel 2021 non è più pensabile di dover andare avanti con pratiche cartacee”.

Altro punto nodale, la sicurezza: “Purtroppo non c’è più quella percezione di isola felice che c’era un tempo; occorrono interventi mirati affinché i cittadini percepiscano presenti le istituzioni”. Tra gli interventi previsti, “la riorganizzazione della Polizia municipale, sottodimensionata sia per quanto riguarda l’organico che i mezzi”, e poi “videosorveglianza, illuminazione pubblica, riqualificazione di luoghi del centro e della periferia che sono abbandonati e quindi spazio fertile per la piccola delinquenza”.

Capitolo a parte quello dell’economia, con la necessità di una decisa ripartenza nel post Covid: “La situazione è seria, sul corso principale molte serrande sono abbassate. La futura amministrazione dovrà lavorare in rete con le attività produttive, imprenditoriali e artigianali, per individuare progetti e strategie, facendosi carico dei problemi. Bisogna tener conto del PNRR, ma per intercettare i finanziamenti occorrerà sviluppare percorsi di formazione adeguati. È un treno che non possiamo perdere”.

Per fare questo, la scelta del candidato sindaco – poi abbracciata da tutto il centrodestra – è caduta su Filippo Paolini e il motivo è presto detto: “La situazione è serissima, dal punto di vista sanitario e a caduta su quello economico e sociale. C’è bisogno di qualcuno che capace di mettere immediatamente in moto la macchina amministrativa, per puntare a una crescita veloce, insieme a una squadra di persone esperte che vogliono cambiare le cose. Il rinnovamento non passa solo dall’anagrafe, ma da un approccio diverso alla Pubblica Amministrazione”.

tonia paolucci libertà in azione

Libertà in Azione, la lista.

“La lista – spiega Tonia Paolucci – non è stata formata in base a zone territoriali, come generalmente si fa, ma abbiamo tenuto conto dell’esperienza e professionalità delle persone: ci sono imprenditori, artigiani, commercianti, casalinghe, persone che vivono in prima persona problematiche e quotidianità e possono portare la propria esperienza, di sicuro aiuto al sindaco”.

Inoltre, “si tratta di una lista nuova, solo due componenti, me compresa, vengono da un’esperienza in Consiglio; inoltre ci sono molti giovani, tra cui uno studente classe 2000. Nuova linfa per la futura amministrazione comunale”.

La lista: Tonia Paolucci, Dario Buccella, Sebastiano Ciccocioppo, Marianna Colacioppo, Giovanni Cuniberti, Giacomo dell’Anna, Luciano Di Corinto, Rosa di Fiore, Marcello Di Menno Di Bucchianico, Riccardo Di Nola, Raffaele di Nunzio detto Jair, Giuseppe Di Piero, Emiliana di Tullio, Manuel Ferretti Martinez detto Manuel Ferretti, Giorgio Iacovelli, Ottavio Luciani, Fernanda Pozzolini, Maria Pia Ricciuti, Barbara Rivellino, Antonio Russo, Serena Anna Salerno, Antonio Staniscia, Raffaele Stella, Daniele Ucci.