Quantcast

Palazzo Margherita, approvato stralcio Torre: fine lavori a marzo 2022

L'AQUILA - Per Palazzo Margherita variante da 4 milioni di euro che permetterà di concludere il cantiere entro marzo 2022. Stralciata la Torre, che sarà oggetto di intervento a parte.

L’AQUILA – Per Palazzo Margherita variante da 4 milioni di euro che permetterà di concludere il cantiere entro marzo 2022. Stralciata la Torre, che sarà oggetto di intervento a parte.

La Giunta comunale dell’Aquila, guidata dal sindaco Pierluigi Biondi, ha approvato la variante da 4 milioni di euro al progetto di Palazzo Margherita che permetterà di stralciare i lavori alla Torre e chiudere il cantiere del palazzo entro marzo 2022.

“Con lo stralcio dei lavori alla Torre – spiega a IlCapoluogo.it il vicesindaco con delega alla Ricostruzione pubblica, Raffaele Daniele – si potrà procedere al completamento di un cantiere travagliato. La Torre sarà oggetto di un intervento separato, ma intanto il cantiere principale si potrà chiudere entro marzo 2022″.

A complicare le operazioni erano intervenute diverse criticità, a partire dal ritrovamento di reperti archeologici. Con il provvedimento approvato oggi in Giunta, però, il cantiere potrà andare avanti, con la storica sede comunale pronta per la prossima primavera.

Intanto, Palazzo Margherita ha già iniziato a scoprirsi per mostrare la sua rinnovata bellezza. Nei mesi scorsi in commissione comunale erano stati illustrati i punti chiave della variante, necessaria per l’ultimazione dei lavori: una variante che incide del +27% sul contratto iniziale, ma coperta comunque dal ribasso d’asta. Si tratta di lavori già effettuati con ordini di servizio, a cui si aggiungono lavori in corso sull’impiantistica, per adeguamenti alla normativa sopraggiunta. Il tutto da ultimare, appunto, entro marzo prossimo.