Quantcast

Covid 19 L’Aquila, aumentano positivi dopo vacanze all’estero

Covid 19, a L'Aquila aumentano i casi da rientro. Grimaldi: "Vaccini e monoclonali le due armi per imparare a convivere con il virus",

I casi e i ricoveri dei positivi al Covid sono in aumento. Nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale dell’Aquila attualmente sono 18 i pazienti ricoverati, tutti positivi al virus, su 25 posti letto effettivi.

“Bisogna stare attenti – dice al Capoluogo il professore Alessandro Grimaldi, primario del reparto di Malattie infettive – la curva è in leggera risalita. Non avremo i numeri dello scorso anno grazie alle armi in nostro possesso, anticorpi monoclonali e vaccini, ma non è una situazione da sottovalutare. Dobbiamo passare necessariamente dalla fase di emergenza a quella di convivenza con il Covid”.

Covid 19 L’Aquila, Malattie infettive quasi al completo: “Vaccinatevi”

 

Gli ultimi ricoverati sono cittadini stranieri, trapiantati all’Aquila, di ritorno dalle vacanze estive da Paesi dell’area balcanica e presentano quasi tutti gli stessi sintomi: “Polmoniti di media intensità, con fattori che variano in base allo stato sierologico. Se si tratta di soggetti non vaccinati i sintomi e i problemi polmonari sono ovviamente più gravi”.

I numeri dei ricoveri al G8 per ora non sono allarmanti – continua Grimaldi – la pressione sui reparti c’è, ma siamo ancora a livelli accettabili ed era già in programma l’L’Attivazione del reparto di Pneumologia Covid, anche se fino ad ora non è stata ravvisata l’esigenza”.

Grimaldi covid

Grimaldi insiste sull’importanza del vaccino: “chi non ha provveduto si vaccini, insieme alla prudenza sono le uniche armi efficaci. Mi auguro che il ritorno a scuola adesso sia quanto più sereno possibile e senza intoppi. Devono vaccinarsi anche i giovani over 12, al più presto, in modo da poter tornare in classe più sereni, sapendo di poter contare su questa protezione”.

Covid 19 in Abruzzo, 123 nuovi casi positivi

“Continuiamo a mantenere l’attenzione alta: nelle situazioni affollate, con ridotta possibilità di distanziamento, indossare le mascherine. Ricordiamoci anche che oltre al vaccino abbiamo anche l’arma degli anticorpi monoclonali, utilissimi soprattutto su alcune categorie di persone”.

covid19 TEST ANTIGENICO

“Dobbiamo cominciare a organizzarci per convivere con il virus in modo da non mettere in crisi di nuovo gli ospedali. Il Covid c’è, purtroppo e non scomparirà di colpo”.