Quantcast

La Carovana dei Ghiacciai in Abruzzo per monitorare il Calderone

La Carovana dei Ghiacciai di Legambiente dal 2 al 4 settembre in Abruzzo  per monitorare il glacionevato del Calderone: monitoraggi, escursioni e momenti culturali le iniziative al centro della quarta tappa.

La Carovana dei Ghiacciai di Legambiente dal 2 al 4 settembre in Abruzzo  per monitorare il glacionevato del Calderone: monitoraggi, escursioni e momenti culturali le iniziative al centro della quarta tappa.

Da giovedì 2 a sabato 4 settembre la seconda edizione di Carovana dei Ghiacciai, la campagna promossa da Legambiente con il supporto del Comitato Glaciologico Italiano (CGI) e con partner Sammontana e partner sostenitore FRoSTA, si sposta in Abruzzo per monitorare lo stato di salute di uno dei Glacionevati più a Sud d’Europa, quello del Calderone, sul massiccio del Gran Sasso, la vetta più alta degli Appennini. Obiettivo della campagna è quello di accendere i riflettori sui ghiacciai della Penisola minacciati sempre più dalla crisi climatica, per questo nel corso di questo viaggio sta monitorando 13 ghiacciai alpini più, appunto, il glacionevato del Calderone che per la sua posizione geografica così a Sud risulta un termometro sensibilissimo dei cambiamenti climatici e che nel tempo è stato già declassato da ghiacciaio a glacionevato. In questi  tre giorni di tappa abruzzese, oltre ai monitoraggi ad alta quota, non mancheranno escursioni e momenti culturali. A seguire e in allegato il programma completo. Carovana dei ghiacciai è stata inserita nella piattaforma All4Climate – Italy che raccoglie tutti gli eventi dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici che si svolgeranno quest’anno in vista della COP26 di Glasgow.

Giovedì 2 settembre – spiegano da Legambiente – inizieremo la quarta tappa della Carovana con il convegno  presso la scuola di Alta Formazione Gran Sasso Science Insittute (GSSI) “Il Gran Sasso alla sfida dei cambiamenti climatici – La tutela e la valorizzazione ecosostenibile della montagna”. Interverranno Eugenio Coccia, Rettore GSSI; Gabriele Curci e Paolo Tuccella per CETEMPS; Marco Giardino, segretario Comitato Glaciologico Italiano; Vanda Bonardo, responsabile nazionale Alpi Legambiente; Luca Mazzoleni, Rifugio “Franchetti”; Andrea Lolli di Gran Sasso Guides. Modera Enrico Stagnini direttore Legambiente Abruzzo.

Il giorno seguente, venerdì 3 settembre, sarà la volta dell’escursione verso il glacionevato del Calderone con appuntamento a Campo Imperatore (Aq) alle 8:30 dove si svolgerà il flash bob “fermiamo la febbre del pianeta”. Partenza verso il Calderone alle 9 con monitoraggio e osservazione delle morfologie glaciali a cura di Massimo Pecci e Marco Giardino del Comitato Glaciologico Italiano . Dopo il pranzo al sacco, alle 14 sarà il momento del consueto saluto al ghiacciaio dedicato al silenzioso e prezioso lavoro che svolgono i ghiacciai con riflessioni e poesie. Alle 16 merenda presso il Rifugio Lo Zio, a Campo Imperatore.

Sabato 4 settembre infine si terrà la conferenza stampa finale sui dati ricavati dal monitoraggio in alta quota al glacionevato che però si svolgerà sul livello del mare a Pescara presso la green station nella stazione di Pescara Centrale.

ghiacciaio calderone legambiente

Il programa della Carovana dei ghiacciai in Abruzzo.

Giovedì a 2 settembre  – Gran Sasso Science Institute, V.le Crispi n.7 L’Aquila
ore 18 | Convegno “Il Gran Sasso alla s da dei cambiamenti climatici – La tutela e la valorizzazione ecosostenibile della montagna”

Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione compilando questo form

Venerdì 3 settembre  – Campo Imperatore (AQ)
ore 8:30 | Ritrovo a Campo Imperatore (AQ) Flash mob “Fermiamo la febbre del pianeta”
ore 9| Escursione guidata per il Ghiacciaio (Glacionevato) del Calderone
Pranzo al sacco
ore 14:00 | Saluto al Ghiacciaio
ore 16:00 | Merenda presso l’Ostello Lo Zio

Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione compilando questo form

Sabato 4 settembre – Green Station di Pescara (Presso Stazione Pescara Centrale)
Ore 11:30 | Conferenza stampa di presentazione dei risultati del monitoraggio sul ghiacciaio (Glacionevato)

Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione compilando questo form

Le attività sono gratuite. Eventuali costi (es: pranzo o noleggio attrezzatura) saranno a carico dei partecipanti. Le attività potranno subire modifiche o cancellazioni in funzione delle condizioni atmosferiche. Tutte le iniziative avverranno nel rispetto dei protocolli COVID.  Per la partecipazione alle escursioni e ai Saluti al ghiaccio è richiesta la propria mascherina personale e gel sanificante per le mani. Viene richiesto, durante il Saluto, di mantenere la distanza minima di 1,5 metri gli uni dagli altri ad eccezione degli appartenenti ad uno stesso nucleo familiare convivente o altri soggetti conviventi.