Attualita'

Caro scuola, quanto mi costi: le spese per il rientro

Quanto costerà il rientro a scuola per le famiglie? Andiamo a vedere punto punto la "stangata" di settembre, tra libri, zaini e astucci.

Mancano pochi giorni al suono della campanella. Gli studenti abruzzesi torneranno sui banchi di scuola il prossimo 13 settembre. Oltre alle incertezze conseguenti alla pandemia, per le famiglie in questi giorni si pone il problema delle spese da sostenere per il rientro in classe.

Il corredo scolastico è composto da libri, quaderni, ma anche zainetto e astuccio all’ultima moda: secondo Federconsumatori, ogni famiglia dovrà sborsare circa 1000 euro per il rientro a scuola suddivisi fra zaino, cancelleria (penne, matite, astuccio, diario e così via), libri scolastici, vocabolari e dizionari (ad esempio di greco e latino per chi è alle superiori), abbonamenti ai mezzi di trasporto e mensa scolastica.

Le spese dipendono anche dal tipo di scuola

Alle scuole elementari, la spesa media per il corredo scolastico è di 200 euro, i libri li passa il Ministero fatta eccezione per le specifiche richieste di ogni insegnante; è la mensa scolastica ad essere la voce di costo più alta (più di 800 euro in media).

Per le scuole medie, invece, la spesa media si aggira intorno ai 600 euro (per corredo scolastico e libri scolastici).

Sono gli studenti delle scuole superiori quelli più “costosi”: i genitori potranno dover spendere dai 500 agli oltre 1000 euro per tutto il materiale scolastico e i libri. Spenderanno di più gli studenti del classico che, studiando latino e greco, dovranno acquistare anche i dizionari di greco e latino (al primo anno).

Cifre non da poco se si considera che settembre è anche il mese in cui i ragazzi riprendono le eventuali attività extra scolastiche che seguono ogni anno. Poi ci sono i corsi di lingua e le eventuali lezioni di ripetizione con insegnanti privati.

Un vero e proprio salasso anche per i genitori dei ragazzi che entrano in prima media, alle spese dei libri si aggiungono circa 533 euro per il corredo scolastico e i ricambi del materiale durante l’intero anno, per un totale di 971 euro.

Un ragazzo di primo liceo spenderà per i libri di testo + quattro dizionari (per gli studi classici) 668 euro, a questi si sommano 533 euro per il corredo scolastico ed i ricambi, per un totale di 1.201 euro.

E se per le elementari non c’è il costo dei libri la stangata arriva proprio dal corredo scolastico.

I bambini corrono dietro le mode e adesso, per uno zaino di marca ci vogliono anche 80/90 euro, dai 15 ai 20 per un diario e anche 45 euro per l’astuccio completo, quello con la zip a più piani.

Lo zaino può arrivare a costare più di 100 euro (il consiglio è quello di non seguire la moda del momento ma acquistarne uno che possa essere usato per più anni di seguito, stessa cosa per l’astuccio).

Per quanto riguarda i nuclei separati va ricordato che le spese scolastiche rientrando nel mantenimento sordinario in quanto ritenute “una spesa prevedibile”.

Anche quest’anno oltre a quaderno e diario non potrà mancare nello zainetto la mascherina, indispensabile per evitare la proliferazione dei contagi.
Intanto, dall’1 settembre, sarà obbligatorio per tutto il personale docente e non docente il Green pass per accedere nei locali scolastici.

Scuola 2021 – 2022, come sarà il rientro tra i banchi

Per quanto riguarda il corredo scolastico, sta facendo furore la nuova linea di Chiara Ferragni: tra astucci, matite, quaderni e diari c’è di tutto e di più nella collezione creata dalla famosissima imprenditrice digitale.

La collezione scuola Chiara Ferragni, fatta in collaborazione con Pigna riprende le tinte simbolo dell’influencer, rosa e azzurro e il blinking eye: il famoso occhio celeste con lunghe ciglia che fa l’occhiolino.

Ci sono astucci, matite, quaderni, gomme da cancellare e diario. Tutti con il celeberrimo occhio azzurro o in alternativa con il logo mascotte della Ferragni bambolina in miniatura o dell’adorata cagnolina Matilda. I prezzi sono da “Ferragnez”: 2,90 per un quaderno, 17 per il diario, circa 30 per un astuccio.

collezione scuola chiara ferragni

Molto di moda anche quest’anno diario, astuccio e zainetto di Fortnite, il popolare videogioco. Un evergreen resta lo zaino Eastpack, che negli anni ha cambiato più volte pelle, rimanendo sempre un validissimo prodotto.

In ogni caso, vista la mole di spese che ogni famiglia dovrà affrontare, un consiglio può essere quello di cercare di risparmiare su ciò che è superfluo, evitando ad esempio di acquistare un nuovo zaino se quello dello scorso anno è ancora utilizzabile e fare acquisti senza seguire le mode del momento scegliendo qualcosa con disegni e fantasie “neutre”, che possa andar bene anche per il prossimo anno.

Rientro a scuola: consigli per uno shopping intelligente

I libri di testo

Anche per quanto riguarda i libri di testo, può essere utile informarsi sui mercatini dell’usato o su chi vende libri usati in buone condizioni, per risparmiare su questo costo. A L’Aquila ci sono le rivendite dell’usato anche nelle librerie. Utile anche il passaparola o i gruppi sui social dove potersi scambiare libri di testo o altro materiale scolastico.

Si torna a scuola: come e cosa comprare

Che siano elementari o scuole medie e licei, ecco la lista di tutto l’essenziale

Zaino

Il primo accessorio da comprare per il rientro a scuola è senza dubbio lo zaino. Come sceglierlo? Puntare sull’ultimo modello, quello alla moda e più gettonato, è sicuramente l’obiettivo di tutti gli studenti a prescindere dall’età e dalla scuola. Oltre all’estetica, però, è bene optare per uno zaino comodo, con spallacci ampi, morbidi e regolabili, cintura in vita e maniglia sulla parte superiore, schienale imbottito e tasche portatutto.

Astuccio

Dopo lo zaino, l’astuccio nuovo è un altro must have assolutamente da avere. Per gli studenti delle scuole elementari è consigliabile scegliere un modello rigido, dotato di più scomparti con all’interno tutto il materiale di cancelleria, dalle matite ai colori. Al contrario, gli studenti di medie e superiori punteranno su modelli dal design morbido con chiusura a zip da riempire con penne ed evidenziatori.

Diario

Nella lista non può mancare il diario, un accessorio essenziale dove scrivere compiti, appunti e, soprattutto, idee e pensieri personali su compagni di classe, insegnanti e nuovi amori. Per i bambini delle elementari è consigliabile prenderlo abbastanza grande in modo da avere lo spazio per compiti e comunicazioni, magari con la data già impostata e non da compilare di volta in volta.

Articoli di cancelleria

Evidenziatori, matite, colori, penne, quaderni a righe e a quadretti, righe e compassi, album da disegno, cartelline dove riporre tutto il materiale scolastico. negli ipermercati sono tante le offerte che danno la possibilità di avere tutto il corredo risparmiando qualcosa.

Grembiule

È caccia in questi giorni proprio al grembiule, sold out in tantissimi negozi fisici, difficile da reperire anche online. Il grembiule è obbligatorio per tutti gli studenti della scuola materna e delle elementari. Come sceglierlo? Blu o bianco, oppure rosa per le bambine; di solito sono le scuole a dare una dritta in tal senso. I modelli sono abbastanza simili tra loro, ma è possibile personalizzarli ricamando il nome, cambiando i bottoni o applicando toppe con i disegni dei cartoni preferiti.

leggi anche
scuola
Scuola e covid 19
Scuola, via la mascherina in classe se tutti vaccinati