Quantcast

Perdonanza 2021, il passaggio di consegne: comincia il Giubileo aquilano

Perdonanza - La dama 2020 consegna la bolla del perdono alla dama dell'edizione 2021. "Il giubileo aquilano abbraccia tutte le città, è di tutti" - ha detto Biondi.

La staffetta tra le Dame e Giovin Signore dell’edizione precedente e i figuranti dell’edizione 2021 della Perdonanza Celestiniana. La cerimonia di investitura.

E’  il giorno del passaggio di consegne degli emblemi storici della Perdonanza Celestiniana tra i figuranti dello scorso anno e i protagonisti della 727esima edizione che da oggi entra nel vivo.

Perdonanza 2021, passaggio di consegne
Perdonanza 2021, passaggio di consegne

“La Perdonanza non è solo la festa della nostra città, ma la festa di tutti” – ha detto il sindaco e presidente del comitato della Perdonanza 2021, Pierluigi Biondi. “L’Aquila è una città un po’ sfortunata, ma allo stesso tempo indomita, con la forza e la volontà necessarie per andare avanti e investire sui giovani. Il giubileo aquilano negli ultimi anni è stato sempre segnato da uno spartiacque: il terremoto prima e la pandemia oggi. La scelta dei giovani figuranti quest’anno, così come nelle edizioni precedenti esprime la volontà di questo territorio di accogliere più giovani perché solo così la città si salverà. Con questo spirito, per il terzo anno consecutivo organizziamo questo passaggio di consegne, che ha un valore profondo: la Perdonanza non è un evento una tantum, ma una festa nel senso più bello del termine, per 365 giorni. Non si è Dama della Bolla, Giovin Signore e Dama della Croce solamente il 28 e 29 agosto, ma lo si è tutto l’anno. Non è una sfilata ma un onore, grande senso di responsabilità”.

Il ricordo va inevitabilmente a Giovanna Di Matteo, colonna portante della Perdonanza che per 15 anni e fino allo scorso anno ha arricchito la manifestazione con i suoi costumi storici diventando parte attiva del del Corteo storico del giubileo aquilano”.

Perdonanza 2021, passaggio di consegne

La dama della Bolla 2020,  Desiree Biccirè, ha consegnato l’astuccio in cui per secoli è stata custodita la Bolla del Perdono di Papa Celestino V, con la quale il Pontefice Santo ha istituito alla fine di agosto 1294, il primo Giubileo della storia, alla Dama attuale, Marianna Capulli. Quest’ultima lo porterà nel cammino verso la basilica di Collemaggio, la sera del 28 agosto. Il Giovin Signore dell’anno scorso, Massimiliano Fornella, ha invece consegnato all’omologo figurante di quest’anno, Federico Santilli, il ramo d’ulivo con cui il cardinale Feroci toccherà per tre volte la Porta Santa della basilica di Santa Maria di Collemaggio per ordinarne l’apertura e per dare dunque l’inizio all’indulgenza plenaria.

Perdonanza 2021, passaggio di consegne

Ha presenziato l’intera la cerimonia il sindaco Biondi,  che ha consegnato alla Dama della Croce, Martina Ciccone, il cuscino su cui sarà posta la Croce del Perdono che verrà presentata il giorno 27 agosto.

perdonanza 2021, giovin signore
perdonanza 2021, dama della croce
perdonanza 2021, dama della bolla