Quantcast

Campotosto, è l’inizio del futuro: si riparte dalla piazza

Ecco come sarà Campotosto: una nuova agorà, un albergo diffuso, ricostruzione privata e pubblica ad alta velocità, valorizzazione della rete sentieristica.

Campotosto cinque anni dopo il terremoto di Amatrice. “Il futuro è arrivato con la spinta dell’ordinanza Legnini”- l’intervista al sindaco Cannavicci.

Campotosto – Sulla statale 577 non vi è piazzola di sosta senza camper o auto, se ne contano a decine lungo tutto il perimetro del lago. Una folla di turisti che da luglio, ma soprattutto in queste calde settimane d’agosto, raggiunge ogni giorno una delle mete più gettonate del parco del Gran Sasso e Monti della Laga per le vacanze in montagna e i bagni al lago.

campotosto 2021

Monte di Mezzo e Monte Corvo, e in alcuni tratti anche lo splendido Gran Sasso, mi accompagnano per tutto il viaggio verso la sede del comune nel cuore del paese. La strada è così panoramica che è impossibile procedere in modo svelto.
Il lago non è mai solo in questi giorni e viene da chiedersi dove alloggino tutti quei turisti anche alla vista del Saint Andrew, o meglio di ciò che resta dell’hotel che spicca col suo colore grigio-triste tra la vegetazione verde e florida.

campotosto hotel

L’occhio cade anche sugli imbocchi dei sentieri, più o meno mappati e segnalati, da fare a piedi oppure in bici. Un paradiso del trekking, un luogo premiato dalla natura e arricchito dal lago, capolavoro di ingegneria e lungimiranza, ma punito da un destino crudele: terremoti, macerie da smaltire, una ricostruzione su cui insistere e lavorare duro.

campotosto 2021

La bottega della tessitura all’ingresso del paese, è tra le cose più rassicuranti tra le case rotte e le transenne, soprattutto se all’esterno c’è la padrona di casa, Assunta Perilli, con in mano i suoi strumenti da lavoro con cui continua a tessere – coraggiosa e testarda – il “filo della speranza e della resilienza”. Dopo qualche metro ecco la sede del vecchio comune, provata dalle scosse dei diversi terremoti. Ancora dopo sulla sinistra ci sono la casetta di legno e qualche container che ospitano l’amministrazione che in questi anni è stata costretta più volte a traslocare.

campotosto 2021

Nella piccola struttura (ancora) provvisoria siede alla sua scrivania il primo cittadino, Luigi Cannavicci, alla guida del comune dal 2016. Tra telefonate, pratiche, e riorganizzazione trova il tempo per parlare di vecchie questioni e belle novità.

luigi cannavicci

“Quanta gente c’è oggi!”- affermo positiva. “Tutto quello che si vede non è turismo, ma un mancato introito”- mi stoppa il sindaco. “Non c’è più un turismo di rientro per via dell’inagibilità delle seconde case, che garantivano la sopravvivenza alle attività della zona almeno da aprile a novembre”.
“Come è gestito tutto l’afflusso dei camper?” – chiedo. “E’ un ingresso selvaggio e per l’amministrazione è una spesa oltre che un problema per il rischio incendi”. L’ordinanza che vieta le arrostate fuori porta non basta se “a monte non c’è una vera vigilanza del territorio”. Le aree adibite alla sosta dei camperisti? “Stiamo lavorando al potenziamento di due aree, ma ad oggi mancano approvvigionamento idrico ed energetico che ne rallentano l’apertura”.

“L’emergenza non è finita” – l’intervista al sindaco Luigi Cannavicci – 17 Gennaio 2018

Campotosto è ancora macerie e strutture puntellate, un borgo senza comune, senza piazza, senza scuola, senza chiesa, con i suoi Map (moduli abitativi provvisori) e le sue Sae (strutture abitative emergenza). Non manca nulla, né le differenti sigle che etichettano le case provvisorie e scandiscono il tempo dei vari terremoti, né il numero di scosse che hanno colpito l’Italia centrale, ma nemmeno il disastro della neve del gennaio 2017. Un curriculum che piazza Campotosto al primo posto tra i 12 comuni danneggiati  nel 2009 e dal successivo sisma Centro Italia, ma il pese si mette in prima fila anche per i contributi concessi.

ricostruzione privata dati usrc

La Tav della Ricostruzione si chiama Ordinanza Campotosto

“Ricostruzione Campotosto. Come si procede dopo l’ordinanza Legnini?” “Una svolta grazie a Legnini che ha risolto un problema dopo un periodo di blocco in seguito all’uscita di scena del commissario De Micheli. Legnini ha stabilito che i comuni più danneggiati hanno bisogno di una spinta in più: si prevede la ricostruzione unitaria del centro storico, per le forti interessenze tra quella pubblica e quella privata, che verrà coordinata dall’Usr, con un cronoprogramma e poteri sostitutivi in caso di inerzia dei privati”.

Ricostruzione, come sarà Campotosto

Si punta a ricostruire nel borgo una sorta di asse centrale, come fatto nel capoluogo di regione, in modo da restituire ai residenti la quotidianità del loro paese e un luogo di accoglienza ai turisti.
Sono stati individuati alcuni interventi urgenti, come il recupero della sede municipale, dell’ex ospedaletto, la realizzazione dei sottoservizi e il rifacimento della pavimentazione per un impegno di spesa di 13 milioni di euro.
“L’idea è di realizzare una agorà, non avremo problemi con l’ordinanza speciale che non ferma la ricostruzione: se un aggregato non parte posso commissariarlo. Tutta la piazza sarà sistemata: abbiamo il finanziamento per il comune che siamo in procinto di appaltare e spero che la prima pietra verrà messa a settembre e preceda la mia uscita dal comune, anche se mi auguro di collaborare con la futura amministrazione”. Il nuovo comune sarà ricostruito in prossimità del vecchio e della sede degli Alpini, mentre al posto dell’edificio originale ci sarà un belvedere che si affaccia su Monte di Mezzo e su tutti i monti della Laga.

Il primo cittadino ha gli occhi che luccicano come il suo lago, può finalmente tirare un sospiro di sollievo dopo 5 anni veramente duri in cui il sindaco dei terremoti ha portato sulle spalle il peso di una popolazione intera: il dolore e la rabbia di chi non vede ricostruita la propria casa, la mancanza di un borgo che non è più, servizi assenti e sacrifici innumerevoli.

sentieri

“Non mi ricandiderò” – comunica deciso Cannavicci ex manager alla Enel a Roma in pensione, amministratore in uscita e grande amante della montagna. Quest’ultimo aspetto fa sì che il lavoro di Cannavicci guardi anche alla valorizzazione della rete sentieristica.

“Abbiamo il Sentiero Italia, quello delle Terre Mutate, il Sentiero Natura, ma vorrei dedicarmi alla realizzazione e alla promozione del territorio e delle potenzialità che ha. A questo proposito domenica mattina ci sarà Legnini per fare una tappa delle Terre Mutate”.

campotosto 2021

Ricettività a Campotosto: nel futuro un albergo diffuso 

“Parlare di questo è molto complicato: il Saint Andrew versa in uno stato di totale abbandono da anni e nulla si muove. Quindi guardo altrove e a un futuro, nemmeno tanto lontano,  con una sorta di albergo diffuso fatto di moduli provvisori che verranno liberati grazie alla ricostruzione privata, così come le seconde case ricostruite e non abitate. Questo sarà sinonimo di accoglienza e turismo”.

5 anni dal terremoto che rase al suolo Amatrice

Campotosto con la scossa del 24 agosto di 5 anni fa che rase al suolo la vicina Amatrice si è dovuto riorganizzare: non c’era più il paese amico punto di riferimento dei residenti di Campotosto.

campotosto 2021

Oggi Campotosto conta 540 residenti effettivi, di cui una settantina di famiglie nei Map e una ventina di famiglie nelle Sae. Pochissimi bambini in paese che raggiungono la scuola ad Amatrice. In estate tutto cambia: Campotosto, Mascioni e Poggio Cancelli si riempiono di turisti, il numero della “popolazione” cresce e si moltiplica nelle settimane estive, senza considerare gli arrivi giornalieri.

I concerti sul lago

Lo scorso anno con un favoloso Bollani, quest’anno con un magico Einaudi: solo musica, sciabordio delle onde e il vento che ha accompagnato ogni nota, ancora una volta il lago è stato teatro di una magica esperienza.
“Ancora una volta questo lago è diventato co-protagonista di un evento unico. Una vetrina importante per un territorio con tante criticità e tanta bellezza”. Il concerto è uno degli eventi di Abruzzo dal Vivo 2021, il cartellone finanziato dalla direzione generale Spettacolo del ministero della Cultura, attraverso la Regione Abruzzo, per il rilancio dei Comuni rientranti nel cratere sismico 2016-2017 con Crognaleto capofila.