Quantcast

Perdonanza 2021, i grandi eventi comodamente seduti ai tavoli del centro: arrivano i maxischermi

L'AQUILA - Maxischermi per i grandi eventi della Perdonanza 2021, la collocazione dei repeater. Intanto "buona la prima" per il concerto di Bennato a Paganica, ma l'amministrazione comunale ammonisce: "Più responsabilità nella prenotazione biglietti".

L’AQUILA – Maxischermi per i grandi eventi della Perdonanza 2021, la collocazione dei repeater. Intanto “buona la prima” per il concerto di Bennato a Paganica, ma l’amministrazione comunale ammonisce: “Più responsabilità nella prenotazione biglietti”.

Ci saranno dei maxischermi a “ripetere” i grandi eventi della Perdonanza 2021 in alcuni punti del centro storico. “Considerata l’alta richiesta e le previsioni di legge contro il Covid legate al numero di spettatori per evento, – spiega al Capoluogo.it il vicesindaco Raffaele Daniele – per evitare assembramenti, per gli spettacoli a Collemaggio abbiamo previsto 2 repeater, collocati rispettivamente a piazza Duomo e alla Scalinata di San Bernardino, mentre per gli spettacoli a San Bernardino il repeater sarà solo in piazza Duomo”.

“Un vantaggio – sottolinea il vicesindaco – sia per gli spettatori che per gli avventori dei locali del centro, che potranno godere dei grandi spettacoli, consumando comodamente le prelibatezze offerte dai nostri esercenti”.

Edoardo Bennato, il ritorno in città: “L’Aquila esempio della cultura che riparte”

Intanto, positivo il bilancio per il concerto di ieri sera a Paganica, dove un elettrico Edoardo Bennato ha incantato il pubblico sotto il cielo della villa comunale. “Per noi era importante – sottolinea il vicesindaco Daniele – avviare il progetto di portare la Perdonanza nelle frazioni e ancor di più iniziare da Paganica, la frazione più popolosa e rappresentativa. È stato scelto un big come Bennato che si è esibito nel cuore del paese e per questo ringrazio l’assessore Daniele Ferella che si è speso con grande generosità per la realizzazione dell’evento che abbiamo voluto affinché la cultura accendesse anche il cielo di Paganica”.

Unica nota dolente, alcune sedie vuote rimaste “vacanti” a causa di “prenotazioni fantasma”, nonostante il numeroso pubblico fuori che avrebbe partecipato volentieri in maniera più diretta: “Volevamo un evento gratuito per consentire a tutti di poter partecipare agli eventi della Perdonanza, però sta alla responsabilità di ognuno non prenotare più biglietti del necessario, come purtroppo è accaduto. A quel punto, per ragioni di Covid, non abbiamo potuto fare entrare le persone che erano fuori, senza prenotazione, ma che comunque hanno potuto godere di uno spettacolo che ha dato lustro a Paganica”.