Quantcast

GSA, vietato sprecare acqua: rischio multe per uso improprio

L'appello di Gran Sasso Acqua: cittadini, sindaci e Comuni invitati a un consumo consapevole. Non esclusi disagi, a causa dei maggiori consumi di questo periodo e dell'assenza di precipitazioni

Vietato sprecare acqua, l’appello di GSA per un consumo consapevole.

Gran Sasso Acqua spa invita come ogni anno i cittadini, i territori, i Sindaci ed i Comuni ad un consumo consapevole dell’acqua per limitare il dispendio di risorse idriche.

“In questi giorni di caldo intenso è necessario ancor di più un consumo consapevole” osserva il presidente, l’avvocato Alessandro Piccinini, “con l’aumento dei residenti nei piccoli borghi, le riserve idriche dovranno fronteggiare i maggiori consumi dell’utenza ed il picco delle temperature di questi giorni, potrebbe prospettare situazioni di disagio, considerato anche il calo delle sorgenti causato dal perdurare dell’assenza di precipitazioni”.

Il presidente Piccinini invita tutti i Sindaci a predisporre avvisi ed ordinanze sul prelievo di acqua potabile per qualsiasi uso improprio ed extradomestico come l’innaffiatura di aiuole, orti e giardini; irrigazione dei campi; lavaggio autovetture e simili; lavaggio di strade e di spazi di aree private; riempimento di vasche e piscine private ed ogni utilizzo improprio e diverso dalle normali necessità domestiche e produttive. Ed ancora una riduzione dei consumi negli edifici pubblici “evitando inutili sprechi della risorsa idrica” aggiunge il presidente.

“Invitiamo la popolazione a controllare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici, al fine di individuare eventuali perdite occulte, a dotarsi di dispositivi per il risparmio idrico e a regolarizzare la fornitura dell’acqua potabile alle proprie utenze, allacci abusivi o irregolari, nonché manipolazioni indebite, sono perseguibili a norma di legge. L’azienda è a disposizione dell’utenza – conclude Piccinini – con l’impegno e la responsabilità dei cittadini riusciremo a gestire la nostra risorsa naturale più importante nel migliore dei modi fronteggiando al meglio eventuali carenze in particolar modo in alcuni territori più sensibili”.