Quantcast

Turismo L’Aquila, un percorso medievale nel centro storico

Turismo, al via un percorso medievale nel centro storico dell’Aquila. Tutti i dettagli.

Turismo, al via un percorso medievale nel centro storico dell’Aquila.

Dalle 99 cannelle alla basilica di Collemaggio, passando anche dal Parco delle Acque e da Costa Masciarelli, alla scoperta delle origini medievali del capoluogo abruzzese, attraverso un percorso turistico guidato, che valorizza anche luoghi ulteriori rispetto a quello più noti, sulla scia del libro “La città dello Spirito e il suo tempio. La rinascita della Fenice” di Maria Grazia Lopardi. È il progetto turistico culturale, approvato ieri in Giunta, promosso dall’Assessorato al Turismo, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente, che prevede l’installazione di pannelli e leggii che riporteranno sia il testo dei brani di Lopardi che il codice Qrcode, leggibile tramite l’app per iphone/smartphone, per collegarsi al portale turistico Quilaquila ed avere così informazioni sulla città.

“È un’iniziativa condivisa che abbiamo accolto con entusiasmo – spiegano l’assessore al Turismo, Fabrizia Aquilio, e l’assessore all’Ambiente, Fabrizio Taranta – che mira a far riscoprire e a promuovere il patrimonio storico, culturale e naturalistico del nostro territorio al fine di valorizzarlo, nel senso più ampio del termine, attraverso l’installazione di una serie di pannelli informativi e di leggii presso i principali monumenti della città. I pannelli verranno posizionati nei punti più significativi dell’Aquila, da Porta Rivera al Parco del Sole, passando per le piazze e le chiese di San Pietro, San Silvestro, Santa Maria Paganica, San Bernardino, Santa Giusta e infine Santa Maria di Collemaggio, e saranno perfettamente integrati nel contesto urbano in accordo con la Soprintendenza Archeologica, Belli arti e Paesaggio per la città dell’Aquila e Cratere.  La messa a disposizione del testo e dell’idea è del tutto gratuita e senza oneri a carico del Comune dell’Aquila. Rivolgiamo, pertanto, un particolare ringraziamento alla scrittrice Lopardi, che con il suo progetto ha dimostrato attenzione e sensibilità per L’Aquila, per i suoi abitanti e per i turisti che in questi giorni stanno animando la città” concludono gli assessori Aquilio e Taranta.