Quantcast

Michele Fina, il PD Abruzzo e la sfida dell’ampia coalizione

Dalla riforma della giustizia al Parco regionale Sirente Velino, fino alle elezioni amministrative. L'intervista del direttore David Filieri al segretario regionale del PD, Michele Fina.

Dalla riforma della giustizia al Parco regionale Sirente Velino, fino alle elezioni amministrative. L’intervista del direttore David Filieri al segretario regionale del PD, Michele Fina.

Tanti i tempi trattati nella speciale puntata di Pausa Caffé con il segretario regionale del PD, Michele Fina, che al microfono del direttore del Capoluogo.it, David Filieri, ha affrontato i diversi spunti, dalla riforma della giustizia alle questioni legate al Parco regionale Sirente Velino, fino alle prossime elezioni amministrative, con lo sguardo naturalmente rivolto a quelle dell’Aquila, previste per il prossimo anno.

michele fina

Le parole d’ordine indicate dal segretario Fina per tutte le sfide elettorali, sono quelle di “spirito di colazione”: “Mai più un PD arrogante che mette al primo posto le proprie ambizioni, ma un partito che pensa prima ad aggregare e poi ad individuare i candidati”.

Una strategia a partire dalle prossime amministrative: “Si vota in 5 comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti e ovunque abbiamo cercato la coalizione più ampia. Ci siamo fermati dove abbiamo trovato dei no, ma non siamo stati noi a dirli. A Sulmona abbiamo costruito un’ampia coalizione, dal PD al M5S e Italia Viva e forze civiche, e così dovrà accadere a L’Aquila, con l’obiettivo comunque di riconquistare la Regione, dove lo spirito coalizionale è d’obbligo”, a fronte di “una profonda contraddizione culturale che sta emergendo nel centrodestra, dove da un lato ci sono forze di governo e dall’altra sovranisti e no vax. Come è possibile che stiano insieme?”.

L’intervista integrale a Michele Fina.