Quantcast

Gianmarco Tamberi è oro nel salto in alto alle Olimpiadi: esulta anche l’Abruzzo

Uno strepitoso Gianmarco Tamberi conquista la medaglia d'oro nel salto in alto alle Olimpiadi di Tokyo. Titolo condiviso con Barshim. Esulta anche l'Abruzzo: un anno fa il successo con l'Atletica Vomano

Tokyo incorona Gianmarco Tamberi, medaglia d’oro nel Salto in Alto alle Olimpiadi: titolo condiviso con l’atleta del Qatar Barshim.

L’atleta marchigiano, 29enne, aveva saltato l’ultima Olimpiade di Rio a causa di un infortunio che lo aveva fermato. Oggi la rivincita, direttamente dal Giappone. In pista, con lui, il gesso sul quale aveva scritto “Road to Tokyo 2020”. Una sfida che viene da lontano.

Gianmarco Tamberi ha chiuso a 2.37 metri, solo 2 centimetri sotto il suo record personale.

Forte il legame dei Tamberi – Gianmarco e del padre, Marco – con l’Abruzzo e con la squadra dell’Atletica Vomano, di Morro d’Oro.

Nel 2020 Gianmarco Tamberi aveva scelto la squadra teramana, con la quale poi ha conquistato il titolo italiano di Salto in alto. Il padre, Marco, è anche il suo allenatore ed è fra i tecnici dell’Atletica Vomano.

Per questo oro esulta anche l’Abruzzo, rimasto con il fiato sospeso in attesa della gara, dopo la conquista della finale. Oltre 500 gli iscritti al Gimbo Fan Club in regione.

Percorso perfetto, senza errori per Tamberi, fino a 2.39. Lui e il quatariota Mutaz Barshim potevano scegliere se disputare lo spareggio o accordarsi per un ex aequo finale. L’abbraccio tra i due campioni ha sancito una medaglia d’oro doppia: per entrambi una gioia incredibile.