Quantcast

Parco Sirente Velino, il Consiglio dei Ministri impugna la legge regionale

Impugnata nell'ultima riunione del Consiglio dei Ministri la legge della Regione Abruzzo che riguarda la nuova disciplina del Parco naturale regionale Sirente Velino e la revisione dei suoi confini. E' già in corso l'interlocuzione tra gli uffici

Impugnata nell’ultima riunione del Consiglio dei Ministri, svoltasi ieri sera, la legge della Regione Abruzzo che riguarda la nuova disciplina del Parco naturale regionale Sirente Velino e la revisione dei suoi confini.

Secondo quanto appreso dal Capoluogo da fonti del Parco, è già iniziata l’interlocuzione tra gli uffici.

Su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, il Consiglio dei Ministri ha esaminato ventinove leggi delle Regioni e delle Province autonome e ha deliberato di impugnare, tra le altre, la legge della Regione Abruzzo n. 14 del 08/06/2021 “Nuova disciplina del Parco naturale regionale Sirente Velino e revisione dei confini. Modifiche alla l.r. 42/2011”.

“Talune disposizioni” si legge nelle motivazioni legate all’impugnazione “si pongono in contrasto con la normativa statale in materia di aree naturali protette e in materia di ordine pubblico e sicurezza e violano gli articoli 117, secondo comma lettera g), h), l) e s) della Costituzione.