Quantcast

Gran Sasso, alpinista si lussa la spalla a 2mila metri: soccorso

Alpinista si lussa la spalla durante l'arrampicata, a quota 2mila metri sul Gran Sasso. Intervento del Soccorso Alpino.

Alpinista si lussa la spalla durante l’arrampicata, a quota 2mila metri sul Gran Sasso. Intervento del Soccorso Alpino.

Erano andati a Pizzo Intermesoli, terza cima più alta del massiccio del Gran Sasso dopo il Corno Grande e il Corno Piccolo, posta nel territorio della frazione di Intermesoli, all’interno del comune di Pietracamela (Te). Ma ad un tratto uno dei due alpinisti, mentre arrampicava sul terzo tiro di via Forza 17, al secondo pilastro di Intermesoli, si è lussato una spalla, a quota 2 mila metri.

L’esperienza sua e dell’altro alpinista che era con lui ha consentito ai due di scendere, malgrado la spalla lussata del malcapitato escursionista, e di raggiungere il Canale Herron Franchetti, dove hanno chiamato i soccorsi.

Decollato dall’aeroporto dì Preturo l’elicottero del 118, con a bordo due tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo, che ha raggiunto il Canale Herron Franchetti, dove i due sono stati soccorsi e l’alpinista con la spalla lussata è stato trasportato in ospedale.