Quantcast

Cantieri dell’Immaginario, Leonardo De Amicis: “Una straordinaria interazione”

Cantieri dell'Immaginario, il maestro Leonardo De Amicis dopo le prime due serate: "Lo spettacolo è fatto di persone e di interazioni che non si possono separare".

Cantieri dell’Immaginario, parla al Capoluogo il maestro Leonardo De Amicis, direttore artistico della rassegna. “Un risultato straordinario, vedere l’orchestra suonare è stata una grande emozione”.

Giovedì si è alzato il sipario sulla rassegna I Cantieri dell’Immaginario, l’evento che animerà anche quest’anno l’estate aquilana, nella cornice rinnovata della scalinata di San Bernardino.

cantieri dell'immaginario 2021: serata inaugurale con Pasotti

“La cultura non si ferma e deve ripartire – aggiunge De Amicis – quando abbiamo acceso le luci è stata una bella emozione. Lo spettacolo di apertura – il Pulcinella di Stravinskij – era di livello: nonostante non fosse un evento ‘pop’ la risposta è stata straordinaria. C’è voglia di arte, di bellezza, di aggregazione”.

cantieri dell'immaginario 2021: serata inaugurale con Pasotti

“Il calendario dei miei Cantieri dell’Immaginario è sempre stato molto trasversale con eventi aperti, poliedrici e diversificati. La cultura è per tutti e non per pochi”.

“La cosa straordinaria è la forte interazione e la collaborazione tra associazioni e enti culturali. Sono contento perché, in un momento come questo è difficile riprendere e ripartire. Oggi abbiamo una parvenza di normalità, ma non è ancora certificata”.

“Tutto il comparto dello spettacolo ha sofferto moltissimo in questi lunghi mesi. È una ferita difficile da rimarginare, intanto dopo l’inverno che abbiamo passato, dopo un Sanremo senza pubblico ieri, vedere l’orchestra suonare e la gente seduta è stata una grandissima emozione”.

Lo spettacolo è fatto di persone, di tante persone: di chi monta il palcoscenico, degli attori, del pubblico: un sistema di interazioni che non si può separare“.

Cantieri dell’Immaginario, De Amicis chiama L’Aquila: successo per l’inaugurazione a San Bernardino

Il tutto nella splendida cornice della scalinata di San Bernardino, teatro a cielo aperto fino a metà settembre con uno spettacolo al giorno.

Per un’intuizione vincente, e al contempo nostalgica, del vicesindaco Raffaele Daniele quest’anno il sipario dei Cantieri si è alzato sulla scalinata di San Bernardino, trasformata in pochi giorni in un teatro a cielo aperto da 880 posti distanziati secondo le norme anti Covid. Una sorta di “ritorno” delle arti e della cultura nei luoghi più belli di L’Aquila centro, che già negli anni ’70 avevano in San Bernardino il cuore pulsante. Considerata l’amicizia personale e storica tra il vicesindaco Raffaele Daniele e il direttore artistico dei Cantieri dell’Immaginario, della Perdonanza, così come di Sanremo, il maestro Leonardo De Amicis, il sipario sul nuovo teatro all’aperto non poteva alzarsi in migliore occasione.

La scalinata di San Bernardino rinasce dalla cultura, buona la prima