Quantcast

Unità di crisi Covid, l’appello del sindaco: “Vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi”

L'AQUILA - Emergenza Covid 19, riunione unità di crisi comunale. L'appello del sindaco Biondi: “Vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi”.

L’AQUILA – Emergenza Covid 19, riunione unità di crisi comunale. L’appello del sindaco Biondi: “Vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi”.

“La cautela e la precauzione devono continuare ad essere le stelle polari nella lotta al coronavirus. Per questo è necessario indossare la mascherina anche all’aperto in caso di assembramenti e mantenere gli stessi comportamenti corretti che sono stati osservati nei mesi più duri della pandemia. Vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi: è questo l’appello che rivolgo per godere a pieno dell’estate, affrontare serenamente i prossimi mesi e il futuro ritorno alle attività lavorative e scolastiche in autunno”.  È il messaggio lanciato dal sindaco Pierluigi Bondi al termine della riunione dell’Unità di crisi comunale convocata per fare il punto sull’andamento delle vaccinazioni e dell’incidenza del coronavirus in città e nell’area aquilana.

Nel corso dell’incontro, a cui hanno preso parte anche l’assessore con delega alla Protezione civile, Fabrizio Taranta, e il responsabile dell’unità operativa di Igiene e Sanità Pubblica della Asl, Enrico Giansante, è stato ricordato come da diversi giorni in città non vengano registrati casi di contagio e che gli episodi riscontrati in altre zone della provincia sono già tracciati e monitorati.  “Il dato positivo, come quello delle circa 270mila somministrazioni effettuate dalla Asl sino ad oggi, non deve far calare il livello di attenzione. Il virus continua a circolare e la cosiddetta variante Delta ha un importante tasso di diffusione, soprattutto in questo periodo in cui la mobilità delle persone è più accentuata. Questa sera iniziano I Cantieri dell’Immaginario; stiamo entrando nel vivo della stagione turistica che ci auguriamo possa essere positiva come quella dello scorso anno. È importante fissare e ricordare princìpi fondamentali per arginare l’avanzata della pandemia”, ha dichiarato il sindaco Biondi.

“Occorre che le vaccinazioni proseguano, soprattutto nella fascia di popolazione che va dai 12 ai 50 anni d’età, visto che per le altre categorie le cose stanno andando avanti molto bene. – spiega il sindaco –Sottoporsi alle somministrazioni è importante per proteggere prima se stessi, oltre che gli altri, proprio da queste mutazioni del covid, più aggressive e penetranti di quelle riscontrate in passato”.

Il primo cittadino ha poi ricordato che “da lunedì scorso ci si può sottoporre a vaccino presso la farmacia comunale di Coppito mentre coloro che raggiungono le nostre zone per le vacanze possono effettuare il richiamo vaccinale”. A tal proposito l’azienda sanitaria ha attivato un servizio apposito, contattabile all’indirizzo mail vaccinazionecovid.turisti@asl1abruzzo.it (per la provincia dell’Aquila).

È possibile vaccinarsi nei luoghi di villeggiatura anche presso le altre Asl scrivendo ai seguenti riferimenti di posta elettronica: vaccinazionecovid.turisti@ausl.pe.it (per la provincia di Pescara), vaccinazionecovid.turisti@aslteramo.it (per la provincia di Teramo). I turisti che soggiorneranno nella provincia di Chieti potranno ricevere la somministrazione della seconda dose senza alcuna prenotazione, ma recandosi direttamente nei seguenti hub vaccinali: Chieti, Lanciano, Vasto, San Salvo, Ortona e Francavilla.