Quantcast

Covid 19, 200 farmaci per combattere il virus: la scoperta dell’intelligenza artificiale

La scoperta dell'intelligenza artificiale: 200 farmaci già disponibili potrebbero avere effetto anti Covid 19.

La scoperta dell’intelligenza artificiale: 200 farmaci già disponibili potrebbero avere effetto anti Covid 19.

Sono 200 i farmaci che potrebbero avere un effetto anti Covid, fra quelli già disponibili per altre malattie. Sono stati identificati con l’aiuto di sistemi di intelligenza artificiale e sono descritti nella rivista Science Advances dal gruppo di Ricerca computazionale e intelligenza artificiale dell’università britannica di Cambridge diretto da Namshik Han. La ricerca è la più recente di un filone inaugurato oltre un anno fa sulla spinta della pandemia e il passo in avanti fatto dal gruppo di Cambridge è nell’avere individuato un’ampia rete di proteine indotte dal virus SarsCoV2. Una rete neurale ha quindi cominciato a confrontare le proteine selezionate nella rete con le caratteristiche delle molecole alla base di farmaci già approvati per trattare altre malattie. Il confronto incrociato ha portato il sistema di intelligenza artificiale a individuare 200 farmaci esistenti, suddivisi in due grandi gruppi: quelli che impediscono al virus di replicarsi e quelli che aiutano il sistema immunitario a reagire all’infezione.

Le proteine sulle quali è stata condotta l’analisi sono state 1.573 e, di queste, il 66% sono state identificate come bersaglio di un singolo farmaco, mentre soltanto lo 0,19% (pari a 30) sono il possibile bersaglio di almeno otto farmaci già esistenti. Fra questi ultimi ci sono le molecole proguanil, alla base di un farmaco contro la malaria, e la sulfasalazina utilizzata contro l’artrite reumatoide. Sperimentate in colture di cellule di scimmia, entrambe hanno dimostrato di avere un’azione antivirale e di non danneggiare le cellule.