Quantcast

Ance L’Aquila, rimandate le elezioni: controlli sull’idoneità delle candidature

Ance L'Aquila, rimandate le elezioni previste il 3 luglio prossimo. Necessari nuovi controlli sull'idoneità delle candidature

Ance L’Aquila, rimandate le elezioni previste per il 3 luglio: saranno riesaminate le candidature per verificarne l’idoneità.

Ance L’Aquila, Marino Serpetti ed Eliseo Iannini per la presidenza: ufficiali le candidature

Ance L’Aquila, il rinvio delle prossime elezioni per il nuovo presidente  – con le candidature presentate da Marino Serpetti ed Eliseo Iannini – viene annunciato in una nota stampa della stessa Associazione Costruttori. Lo scorso 27 maggio, come spiegato dal Capoluogo, le candidature di Serpetti e Iannini avevano superato l’ultimo scoglio diventando, a tutti gli effetti, ufficiali. Oggi l’inaspettato colpo di scena.

Le elezioni per il rinnovo degli organi statutari di ANCE L’Aquila sono state rimandate su decisione del Presidente di ANCE L’Aquila Adolfo Cicchetti, a seguito di un suggerimento dei Probiviri nazionali. 

All’Associazione dei costruttori è infatti pervenuta, in queste ore, una comunicazione degli stessi, sollecitati da un associato aquilano, a valutare l’idoneità di tutte le candidature per le elezioni che avrebbero dovuto svolgersi il 3 luglio prossimo.

Ance L’Aquila, parla Adolfo Cicchetti: triennio impegnativo, ma il peggio è passato

È così che, a pochi giorni dalla tornata elettorale, il sistema non ha esitato a sospendere momentaneamente la macchina organizzativa elettorale, per concedere ai Probiviri tutto il tempo necessario agli approfondimenti del caso e sgombrare il campo da ogni dubbio sia formale che sostanziale.

ance l'aquila Adolfo Cicchetti

Il Presidente Cicchetti ha ribadito la fiducia su tutta la macchina organizzativa locale e nazionale: La momentanea sospensione non era un obbligo, ma un rispetto dovuto ad una autorità garante del Codice Etico associativo, che avrà così tempo sufficiente per valutare la bontà dell’operato dei Probiviri aquilani, i quali per primi hanno dovuto vagliare l’idoneità di tutte le procedure. Un lavoro accurato e coscienzioso in cui confido, conoscendo la statura umana e professionale dei nostri decani. Per le elezioni non abbiamo fretta, ci preme piuttosto che siano trasparenti e rappresentative di tutti i costruttori che nella provincia operano non solo come imprenditori, ma spesso come mecenati e importanti motori economici”.