Quantcast

Coordinatore Cratere 2009, i sindaci restino uniti

Coordinatore dei Sindaci del Cratere 2009, dopo l'accelerata di aprile sembrava più vicina la nomina. Biondi: "Scongiurare qualsiasi spaccatura tra i sindaci di un territorio che attende risposte"

Coordinatore dei Sindaci del Cratere 2009, dopo l’accelerata di aprile sembrava più vicina la nomina del nuovo Coordinatore. Nome che, ad oggi, non c’è. Biondi: “Scongiurare spaccature tra i sindaci”, Camilli e Carnicelli: “Facciamo prevalere gli interessi del territorio”.

Continua il confronto per la nomina del Coordinatore dei Sindaci del Cratere del 2009, come documentato dal Capoluogo che ha raccontato le ultime novità verso la nomina tanto attesa.

Coordinamento Sindaci del Cratere, la nomina attesa per sbloccare la ricostruzione

Il primo cittadino dell’Aquila Pierluigi Biondi ha fatto il punto della situazione alla nostra redazione: “L’individuazione di una personalità deputata a ricoprire il ruolo di coordinatore dei sindaci dei Comuni del Cratere 2009 è determinante per incidere positivamente sui destini di comunità che, ormai da dodici anni, si confrontano con un complesso percorso di ricostruzione materiale, immateriale ed economico-sociale. Proprio in virtù dell’importanza di questo ruolo da tempo i primi cittadini dei centri colpiti dal sisma stanno portando avanti un confronto volto a individuare il giusto punto di equilibrio delle esigenze in campo e, soprattutto, mantenere la compattezza degli amministratori.

Scongiurare qualsiasi ipotesi di frammentazione dell’unità del fronte dei sindaci è fondamentale per continuare a fornire risposte puntuali alle istanze e alle necessità dei territori. Su questi obiettivi si sta lavorando, con lealtà e spirito di collaborazione, nell’interesse dei cittadini”.

“Una vicenda su cui sono stato coinvolto e per cui mi sono messo a disposizione su precisa richiesta di alcuni colleghi: un’attenzione che fa piacere sia per l’importanza che viene riconosciuta alla figura del sindaco del capoluogo, sia perché conferma l’indissolubile legame esistente tra L’Aquila e il territorio”.

Spingono per una scelta nel più breve tempo possibile Fabio Camilli e Giacomo Carnicelli – della delegazione del centrosinistra – rispettivamente sindaci di Acciano e Tornimparte.

“Sono passati 9 mesi ormai dal rinnovo di gran parte delle Amministrazioni comunali del Cratere 2009 ed ancora non abbiamo un Coordinatore dei Sindaci. Questa situazione non è più accettabile: gli interessi del territorio vengono prima di qualunque interesse di parte.”.

Camilli e Carnicelli sono, infatti, delegati dai loro colleghi di centrosinistra ad avviare un confronto con il centrodestra per arrivare ad una nomina condivisa da tutti.

“Nei mesi scorsi”, proseguono Camilli e Carnicelli, “abbiamo partecipato a diversi incontri ed in ogni occasione abbiamo rappresentato la necessità di una profonda riforma della governance del sisma 2009. In particolare la necessità di un Coordinatore unico e quindi con la giusta autorevolezza per affrontare i tanti problemi irrisolti come la ricostruzione pubblica ed i rapporti tra Comuni e USRC. Ebbene, nonostante la disponibilità dichiarata a costruire insieme questo nuovo assetto e l’impegno preso a garantire comunque una nuova governance entro maggio, ad oggi, purtroppo, non riusciamo ad arrivare alla convocazione dell’Assemblea dei Sindaci“.

“Chiediamo, pertanto, ai componenti del Tavolo di Coordinamento ancora in carica di fare un gesto di responsabilità: ovvero di riunire in tempi rapidi tutti i Sindaci del Cratere 2009 che, che partendo dal citato accordo tra le parti politiche, sapranno sicuramente individuare un Coordinatore, capace di risolvere le questioni ancora aperte e di garantire la giusta rappresentanza nei Tavoli Istituzionali.”