Quantcast

Le Grotte di Stiffe tornano ad incantare: il giorno della riapertura

Riaprono le Grotte di Stiffe dopo i lavori di messa in sicurezza. Oggi l'inaugurazione: fotografie, video e interviste nello speciale del Capoluogo.

Le Grotte di Stiffe ripartono in sicurezza: oggi è il giorno della riapertura. Erano chiuse dallo scorso mese di novembre.

Il Capoluogo vi porta nelle Grotte di Stiffe nel giorno della riapertura, a partire dalle ore 10. Sarà, ovviamente, una riapertura in sicurezza: infatti, sono rimaste chiuse, oltre che causa Covid, per eseguire lavori di messa in sicurezza all’esterno, sulla parete di montagna.

I lavori sono partiti poco più di un mese fa. Come aveva annunciato Il Capoluogo si è trattato di mitigazione del rischio idrogeologico. Operazioni per un importo di circa mezzo milione di euro.

Torneranno quindi ad ospitare i visitatori in sicurezza, dopo l’ondata pandemica e i lavori di messa in sicurezza contro il dissesto idrogeologico.

Le grotte di Stiffe a pochi giorni dalla riapertura

grotte di Stiffe 2020

La riapertura segnerà l’inaugurazione della stagione estiva per le Grotte di Stiffe. A fare gli onori di casa il sindaco Antonio Di Bartolomeo: saranno presenti il senatore Gaetano Quagliariello, Emanuele Imprudente, vice presidente della Giunta regionale, Roberto Santangelo, vice presidente del Consiglio regionale e Daniele D’Amario, assessore regionale al Turismo.

La scorsa estate c’è stato un vero e proprio boom di visite da giugno dopo il lockdown.

Grotte di Stiffe, boom di presenze: superata quota 6mila visite

Le Grotte di Stiffe sono, tecnicamente parlando, una “risorgenza”, cioè il punto in cui un fiume torna alla luce dopo un tratto sotterraneo; nel caso di Stiffe questo punto è situato all’apice della forra che sovrasta il piccolo paese omonimo.

L’evento di oggi sarà aperto al pubblico e alla stampa. Per le prenotazioni è possibile collegarsi all’indirizzo https://www.visitsandemetrio.it/golo/grotte-di-stiffe/. Il sito in questi giorni sta già registrando il boom delle prenotazioni.

Dopo la riapertura di giovedì 24 giugno, ci sarà un altro evento importante. Nelle prossime settimane sarà apposta una targa del FAI, Fondo Ambiente Italiano, per il riconoscimento di ‘Luogo del Cuore’.

Grotte di Stiffe: un po’ di storia

Le Grotte di Stiffe sono uno spettacolare fenomeno carsico caratterizzato dalla presenza di un torrente sotterraneo formato dalle acque provenienti dall’Altopiano delle Rocche che poi si inabissano nel Pozzo Caldaio a 2.600 m dall’imboccatura della caverna.

grotte di Stiffe

Il complesso venne utilizzato sin dall’età del bronzo, anche se al suo interno sono stati rinvenuti resti archeoleogici risalenti a Neolitico ed Eneolitico.

La presenza di un corso d’acqua sotterraneo che ha dato origine al complesso ha portato, nel 1907 e per iniziativa del marchese Alfonso Cappelli, alla realizzazione di una centrale idroelettrica di cui sono visibili ancora oggi alcuni resti nei pressi dell’ingresso alle cavità

Il torrente che si trova nelle grotte riemerge all’interno della cavità originando suggestive rapide e cascate, la cui potenza varia a seconda delle stagioni.

Sono aperte al pubblico dal 1991 con un percorso di circa 700 m lungo il quale sono stati realizzati tunnel artificiali e passerelle che rendono la visita agevole ed accessibile anche ai bambini. Sono state chiuse per motivi di sicurezza già nel 2009 successivamente al terremoto del 6 aprile e4 riaperte poi nel 2011.

La visita guidata negli interni, che hanno all’interno una temperatura costante di 10° C, dura circa un’ora e si snoda fra canyon, sifoni ed ampie sale in cui il fragore delle acque è più o meno tumultuoso a seconda della piovosità della stagione.

Le pareti presentano il bianco tipico delle rocce calcaree con due fasce scure che corrono in alto, dovute agli ossidi metallici depositati dal fiume nel corso dei millenni.

grotte dei Stiffe 2020

Particolarmente suggestive la Sala del Silenzio, nel tratto in cui il torrente è prosciugato; la Sala della Cascata in cui l’acqua precipita con un salto da oltre 20 m di altezza, ed il Lago Nero profondo 5 m, nei pressi della parte più antica delle Grotte che cela resti fossili di pipistrelli racchiusi nelle concrezioni.

Grotte di Stiffe: come arrivarci

da L’Aquila
Le Grotte distano 21 km dal capoluogo abruzzese. Prendete la ss 17 in direzione Pescara e a San Gregorio la ss 261 per San Demetrio Nè Vestini. Le Grotte di Stiffe sono molto segnalate, quindi raggiungete il luogo d’interesse seguendo la segnaletica marrone.
da Teramo
Chi viene da Teramo, dovrà prendere la A24 e uscire a L’Aquila Est. Proseguite come visto per raggiungere le grotte di Stiffe da L’Aquila.
da Roma
Le Grotte di Stiffe distano 130 km dalla Capitale. Prendete l’A24 e uscite a L’Aquila Est e poi proseguite come visto per raggiungere le grotte di Stiffe da L’Aquila.
da Pescara
La distanza è di soli 120 km. Passate per l’A25 e uscite a Bussi in direzione L’Aquila; dopo Navelli, proseguite fino al bivio di San Pio delle Camere, poi Prata d’Ansidonia e San Demetrio Nè Vestini, le Grotte di Stiffe sono perfettamente segnalate.