Quantcast

Rissa Coppito 3, revocati i domiciliari

Rissa Coppito 3: revocati i domiciliari per 4 giovani coinvolti.

Revocati gli arresti domiciliari per 4 dei 9 giovani coinvolti nella rissa scoppiata lo scorso 29 maggio al Progetto case Coppito 3.

La rissa, sfociata dopo una foto postata come story sul social Instagram, ha portato all’arresto di 9 giovani, attualmente ai domiciliari.

A breve verrà fissata l’udienza per la definizione della vicenda. Sul posto erano intervenuti nell’immediato i Carabinieri, allertati dai vicini di casa preoccupati per il trambusto.

Rissa Coppito 3: convalidati i domiciliari per i 9 giovani coinvolti

I Carabinieri giunti al Progetto case di Coppito 3 hanno trovato un appartamento semidistrutto, dove si è consumata la rissa, alcuni dei giovani coinvolti feriti e altri nascosti dietro i cespugli.

Uno dei giovani coinvolti nella rissa si trovava già agli arresti domiciliari.

Per i 4 a cui sono stati revocati i domiciliari, era stata presentata l’istanza di revoca al gip dal loro legale, Vincenzo Calderoni.

Per 3 dei ragazzi adesso c’è l’obbligo di firma mentre per il quarto, residente a Cepagatti, il divieto di dimorare nei comuni di L’Aquila e Scoppito.

“Sono state settimane settimane pesanti, anche perchè i miei assistiti avevano e hanno bisogno di lavorare. Si sono ritrovati coinvolti in questa brutta vicenda loro malgrado, quasi senza accorgersene. Purtroppo nei Progetto Case, in alcuni soprattutto, c’è molto degrado e le risse non sono altro che una conseguenza della situazione che molti residenti patiscono”, spiega al Capoluogo l’avvocato Vincenzo Calderoni.