Quantcast

L’Aquila, 50 nuovi posti auto nel quartiere della Torretta

Consiglio comunale L'Aquila. Via libera alla cessione al Comune di una superficie di 900 metri quadrati per la realizzazione di 50 posti auto. Approvato anche l'accordo con l'Ater per Porta Leoni

L’Aquila, via libera a una variante nel quartiere Torretta, per altri 50 posti auto. Sul capitolo parcheggi, passa lo schema di protocollo d’intesa tra Ater e Comune. Accordo che prevede la permuta del complesso residenziale di Porta Leoni, con 55 alloggi che vanno all’Ater nell’ambito del progetto che prevede la costruzione di un parcheggio a raso a Porta Leoni.

Il Consiglio comunale dell’Aquila ha dato il via libera stamani al rilascio del permesso per costruire in deroga per un edificio sito in via Rustici, che fino al 2003 ha ospitato il circolo bocciofilo aquilano. Il progetto, che ha avuto il benestare dell’Aula, prevede la demolizione e ricostruzione del fabbricato. Successivamente, l’Assemblea ha approvato una variante nel quartiere della Torretta, nei pressi della chiesa, richiesta da una società nell’ambito di un progetto, che prevede la contestuale cessione al Comune di una superficie di circa 900 metri quadratiche consentono – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica, Daniele Ferella, che ha illustrato la proposta di delibera – di realizzare un parcheggio di circa 50 posti auto, in una zona dove già da tempo i residenti richiedono un intervento del genere, per via della crescita della popolazione in quel quartiere.

Approvato anche lo schema di protocollo d’intesa tra il Comune dell’Aquila e l’Ater, finalizzato alla permuta del complesso residenziale di Porta Leoni e dell’edificio di via dei Verzieri (nella frazione di Preturo), che passano alla Municipalità, con 55 alloggi acquisiti dall’ente con il meccanismo post sisma del riacquisto dell’abitazione equivalente, che saranno attribuiti all’Ater.

La quantificazione della permuta è di circa 11 milioni e mezzo di euro. Spiegando il provvedimento in Aula, l’assessore alla Valorizzazione del patrimonio, Fausta Bergamotto, ha ricordato che questa operazione rientra nel più ampio piano di riqualificazione dell’area che si trova nel centro storico dell’Aquila, nei pressi della basilica di San Bernardino. Il Comune dell’Aquila ha già pronto un progetto per la demolizione del complesso residenziale di Porta Leoni per realizzare un parcheggio a raso, proprio nel cuore della città.

Nell’edificio di Preturo, invece, sarà stabilizzata la presenza di una scuola.

Via libera anche all’ordine del giorno presentato dal consigliere Daniele D’Angelo (Benvenuto Presente), con il quale il sindaco e la giunta vengono impegnati a dotare il Comune di un ufficio apposito per l’evasione delle pratiche relative alle richieste di alienazioni di immobili ricadenti su terreni gravati da uso civico e per l’accesso al bonus edilizio del 110 per cento.

Consiglio comunale L’Aquila, la nota del consigliere Daniele D’Angelo

“Un altro problema si avvia a soluzione: oggi in consiglio comunale la maggioranza ha approvato il mio ordine del giorno per l’urgente definizione delle pratiche accumulate e inevase da oltre un decennio relative all’alienazione dei terreni di uso civico sui quali sorgono abitazioni regolarmente in possesso dei proprietari che però, proprio a causa di questo ritardo, oltre a creare problemi e disagi, non possono accedere ai bonus 110 per cento”. Lo dichiara Daniele D’Angelo, consigliere comunale dell’Aquila e coordinatore provinciale di ‘Cambiamo’.

“Il completamento delle procedure di alienazione – spiega D’Angelo – può dare respiro ai cittadini soprattutto nelle frazioni e nelle zone più distanti dal centro, alle casse comunali e all’economia del territorio. L’accesso ai bonus consentirebbe infatti una riqualificazione di immobili spesso degradati in aree a lungo soggette ad abbandono e spopolamento e fin qui meno interessate dalla ricostruzione post-sismica, e determinerebbe un indotto positivo per i lavori che verrebbero cantierizzati. Senza contare i molti problemi che i proprietari delle abitazioni potrebbero vedere risolti, non ultimi quelli relativi alla trasmissione delle case ai propri figli, e i considerevoli introiti che deriverebbero al Comune dell’Aquila dalle alienazioni. Avevo chiesto con l’ordine del giorno approvato oggi che il Comune si dotasse di un ufficio apposito per mettere tempestivamente la parola fine a questa annosa questione, e sono soddisfatto del suo accoglimento. Ringrazio gli assessori all’urbanistica e agli usi civici, Daniele Ferella e Fabrizio Taranta, per aver collaborato all’elaborazione del testo e la maggioranza per averlo appoggiato e per averne compreso l’importanza. La sinistra – conclude D’Angelo – ha perso l’ennesima occasione per mostrare vicinanza ai problemi reali delle persone”.