Quantcast

Carabinieri L’Aquila, la consegna di encomi e medaglie mauriziane

Il comandante della Legione Carabinieri “Abruzzo e Molise” in visita a L’Aquila per il saluto di commiato. Consegna di encomi e medaglie ai militari e incontro con le autorità.

Il comandante della Legione Carabinieri “Abruzzo e Molise” in visita a L’Aquila per il saluto di commiato. Consegna di encomi e medaglie ai militari e incontro con le autorità.

Il generale di brigata Carlo Cerrina lascia il comando della Legione Carabinieri “Abruzzo e Molise” dopo tre anni. Giunto a Chieti nell’agosto del 2018, tra pochi giorni assumerà il comando della Legione Allievi Carabinieri a Roma, reparto da cui dipendono tutte le scuole allievi carabinieri d’Italia. Nella giornata di mercoledì 16 giugno, il generale Cerrina ha fatto visita ai carabinieri del comando provinciale di L’Aquila. Nel corso della mattinata, il generale ha salutato in caserma una rappresentanza di ogni specialità dell’Arma della provincia. Qui si è svolta una breve cerimonia durante la quale il comandante della legione ha salutato, con commozione, i militari di L’Aquila e ha consegnato numerose ricompense: 15 medaglie mauriziane (speciali riconoscimenti conferiti a ufficiali e sottufficiali che hanno svolto dieci lustri di servizio con merito) e 5 encomi (per meriti eccezionali in operazioni di servizio).

Tra i militari destinatari di encomio anche l’appuntato scelto Vito La Mendola, in forza al radiomobile di Avezzano, che nel giugno 2020 fu ferito da un cittadino domenicano nel tentativo di riportarlo alla calma mentre inveiva contro alcuni passanti, riportando una frattura scomposta del setto nasale, e il collega di reparto appuntato scelto Ivan Cariola, anch’egli rimasto ferito nello stesso intervento.

carabinieri l'aquila cerrina saluto encomi

Il comandante provinciale di L’Aquila, colonnello Nazareno Santantonio, ha espresso a nome di tutti i militari della provincia i sentimenti di gratitudine al generale Cerrina, per la vicinanza e il supporto che in questi tre anni hanno consentito ai carabinieri di svolgere serenamente il proprio servizio a favore della collettività, soprattutto nel difficile e delicato periodo dell’emergenza dovuta al covid-19, durante il quale l’Arma ha messo in campo nella provincia quattro drive-through, eseguendo decine di migliaia di tamponi, e si è prodigata per aiutare le persone più anziane, consegnando a domicilio le pensioni, e contribuendo alla vaccinazione delle popolazioni nei comuni più isolati. Al termine della cerimonia tutti i carabinieri presenti si sono stretti attorno al generale Cerrina per manifestargli gli auguri sinceri per il suo nuovo prestigioso incarico.

Nel seguito della giornata, il generale Cerrina ha incontrato il prefetto di L’Aquila Cinzia Torraco, il cardinale Giuseppe Petrocchi, il sindaco di L’Aquila Pierluigi Biondi, il procuratore generale della corte di appello di L’Aquila Alessandro Mancini, l’avvocato distrettuale dell’Aquila Diana Cairo, il comandante della scuola ispettori e sovrintendenti della guardia di finanza dell’Aquila, generale di divisione Cristiano Zaccagnini, il comandante del comando militare esercito Abruzzo e Molise, colonnello Marco Iovinelli.

carabinieri l'aquila cerrina saluto encomi

I militari che hanno ricevuto la medaglia mauriziana sono: Tenente Colonnello Erminio Sacco, responsabile dell’aliquota carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della procura di L’Aquila, Capitano Bruno Tarantini, comandante del nucleo operativo e radiomobile di Avezzano, Tenente Pierfranco Marianetti, comandante del nucleo operativo e radiomobile di Tagliacozzo, Luogotenente Rocco Alì, comandante della stazione di Pescina,  Luogotenente Stefano Anzuinelli, responsabile carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della procura di Sulmona, Luogotenente Armando Croce, comandante della stazione di Trasacco, Luogotenente Loreto Ferrari, comandante della stazione di Gioia dei Marsi, Luogotenente Giorgio Tommaso Miele, comandante del nucleo comando della compagnia di Avezzano, Luogotenente Domenico Petrocco, responsabile della sezione segreteria e personale del comando provinciale di L’Aquila, Luogotenente Fabio Renzi, comandante della stazione di Civitella Roveto, Luogotenente Giovanni Santabarbara, comandante della stazione di Balsorano, Luogotenente Lorenzo Antonio Troiano, comandante della stazione di Raiano, Luogotenente Francesco Carvelli, comandante del nucleo comando della compagnia di Sulmona, Luogotenente Mauro Federico Dattolo, comandante dell’aliquota radiomobile di Tagliacozzo, Luogotenente Vincenzo Mella, addetto alla stazione di L’Aquila.

I militari che hanno ricevuto l’encomio sono: Maggiore Luigi Balestra, comandante della compagnia di L’Aquila, per un’operazione di servizio del 2014, in qualità di comandante di sezione del nucleo investigativo di Catania, con la quale venne disarticolato un sodalizio mafioso armato; Maggiore Silvia Gobbini, comandante della compagnia di Tagliacozzo, per aver partecipato a un’operazione di servizio condotta tra il 2016 e il 2019, in qualità di comandante di sezione del nucleo investigativo di Caserta, nella quale vennero arrestati gli appartenenti a un sodalizio camorristico; Luogotenente Fabrizio Cattivera, comandante della stazione di Barisciano, per aver contribuito, libero dal servizio, in maniera determinante all’estrazione dalle macerie di due persone ancora in vita a seguito del terremoto di Amatrice nel 2016; Appuntato Scelto Vito La Mendola e Appuntato Scelto Ivan Cariola, effettivi al radiomobile di Avezzano, per aver intercettato ad Avezzano nel 2020 un cittadino straniero in evidente stato di agitazione che molestava i passanti, riuscendo ad arrestarlo dopo una violenta colluttazione nel corso della quale La Mendola riportava gravi lesioni.