Quantcast

Pedana per disabili a Collemaggio, partiti i lavori

Collemaggio inclusiva, partiti i lavori per la realizzazione della pedana motorizzata per rendere la Basilica accessibile a tutti.

A Collemaggio sono partiti i lavori per la realizzazione della pedana per disabili all’interno della Basilica.

La pedana per disabili sarà realizzata in ferro autoportante galleggiante con calpestio in lamiera forata a rilievo antiscivolo. Della struttura se ne sta occupando il fabbro aquilano Mauro De Paulis.

Il progetto era stato approvato con una delibera di giunta lo scorso 19 agosto. Per la pedana si erano mosse diverse associazioni cittadine a tutela dei disabili per facilitare appunto l’ingresso nella Basilica di Collemaggio.

Collemaggio inclusiva, con la Perdonanza arriva la pedana per disabili

Tante sono state le polemiche, durante la scorsa Perdonanza proprio perchè la Basilica non è accessibile a tutti. Diverse le associazioni cittadine che si sono mosse in tal senso.

Nell’atto comunale si precisa che “il progetto esecutivo è stato sottoposto alla visione della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per L’Aquila e i comuni del cratere, che ha espresso, al momento informalmente nelle more dell’ufficializzazione, parere positivo”.

L’intervento – si legge nella delibera – non riguarda un semplice scivolo, ma piuttosto un sistema di accesso che, ad esito di approfondite valutazioni tecniche e sopralluoghi, si ritiene debba comporsi dei seguenti elementi:

1) Pedana rialzata in vetro trasparente antiscivolo certificato tripla lastra da 36 millimetri posta all’incirca all’altezza della seconda pedata, con porzione mobile, di collegamento con la quota della soglia di ingresso e dotata di un sistema di sollevamento motorizzato, azionabile con un comando di a distanza filtrato da sensori di presenza ostacoli (ad esempio il portone chiuso).

La pedana raggiunge la parete sinistra della Basilica su cui è appoggiata una passerella.

2) Bussola A di ingresso in basilica, portale destro: struttura a tre lati, in tubolari di acciaio inox satinato, con vetro stratificato antinfortunistico costituita da due laterali fissi, parte frontale divisa in quattro specchi di cui i due centrali apribili per mezzo di sistema scorrevole automatico dotato di comandi radar di azionamento e rilevamento ostacoli e sistema di emergenza con apertura a sfondamento.

3) Bussola B di ingresso basilica, portale sinistro: struttura a tre lati, in tubolari di acciaio inox satinato, con vetro stratificato antinfortunistico extra chiaro trasparente, costituita da un laterale fisso, un laterale dotato di anta battente per accesso a rampa/passerella disabili, parte frontale divisa in quattro specchi di cui i due centrali apribili per mezzo di sistema scorrevole automatico dotato di comandi radar di azionamento e rilevamento ostacoli e sistema di emergenza con apertura a sfondamento.

4) Passerella inclinata di collegamento tra bussola “B” e interno basilica”.

Il costo dell’opera, progettata dall’ufficio Piano di eliminazione delle barriere architettoniche del Comune dell’Aquila, si aggira intorno ai 65 mila euro, di cui 5 mila a carico dell’Ordine provinciale degli Ingegneri.