Quantcast

Vaccini Covid 19, protocollo unico per dosi anche a migranti e senza fissa dimora

Positivi al Covid 19 nei centri di accoglienza, Biondi a Costa: "Protocollo unico per la somministrazione vaccini anche a migranti e cittadini senza fissa dimora".

Il sottosegretario Costa in visita al centro vaccinale di San Vittorino. Biondi: “Governo predisponga protocollo unico per la somministrazione delle dosi anche nei confronti dei migranti e dei cittadini senza fissa dimora”.

“Al sottosegretario Costa ho sottoposto una questione non più rinviabile, ovvero la necessità che il governo, ora che la campagna di vaccinazione è a pieno regime, predisponga un protocollo unico per la somministrazione delle dosi anche nei confronti dei migranti e dei cittadini senza fissa dimora”. Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, a margine della visita presso il centro vaccinale di San Vittorino del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

costa biondi

“Proprio mentre L’Aquila e l’intera regione sono entrati in fascia bianca nel capoluogo d’Abruzzo sono stati registrati 19 casi di positività al coronavirus tra gli ospiti di due centri di accoglienza.  – spiega il sindaco – Episodi individuati grazie all’intervento della Asl che ha sottoposto a tampone tutti i presenti nelle strutture, nonostante fossero già stati testati e sottoposti a quarantena al loro arrivo in Italia. È necessario che l’esecutivo definisca regole chiare e valide sull’intero territorio nazionale affinché si predispongano ulteriori iniziative volte alla tutela della salute pubblica per scongiurare la sciagurata ipotesi di un aumento dell’indice di contagiosità, abbattuto grazie alla campagna di vaccinazione in atto nei grandi hub vaccinali e nei centri minori delle aree interne grazie alla collaborazione dei team mobili di Esercito e Carabinieri. Si sta compiendo uno sforzo enorme, che consentirà all’Abruzzo di raggiungere l’immunità di gregge già ad agosto – la seconda regione in Italia, stando alle proiezioni. Per questa ragione occorre che questo impegno collettivo, che coinvolge tutte le istituzioni dello Stato, non venga vanificato”.