Quantcast

L’Area archeologica Amiternum riapre nei fine settimana

Riapre nei fine settimana, dopo la lunga chiusura dovuta alla pandemia, l'area archeologica Amiternum: tutti gli orari per le visite.

Riapre nei fine settimana l’area archeologica Amiternum a L’Aquila: si potrà tornare a visitare Teatro e anfiteatro: un’occasione da non perdere.

Un’opportunità unica dopo la lunga chiusura dovuta all’emergenza COVID-19: nel fine settimana torneranno ad essere aperte al pubblico, a turni alterni, le aree archeologiche del Teatro e dell’Anfiteatro di Amiternum. Una splendida occasione per poter godere di due luoghi simbolo dell’archeologia aquilana che tornano a disposizione dei visitatori dopo le recenti difficoltà legate alla pandemia.

Tota Italia, reperti da Amiternum e Luco dei Marsi alle Scuderie del Quirinale

Area Archeologica Amiternum: di seguito, il calendario delle aperture previsto per il mese di giugno. Ulteriori informazioni relative agli orari dei prossimi mesi saranno fornite con successivi comunicati.

Aperture dell’Area archeologica Amiternum:

Sabato 5 e domenica 6 giugno 2021 – orario 8.00/14.00 (apertura dell’area archeologica del Teatro)
Sabato 12 e domenica 13 giugno 2021 – orario 8.00/14.00 (apertura dell’area archeologica dell’Anfiteatro)
Sabato 19 e domenica 20 giugno 2021 – orario 8.00/14.00 (apertura dell’area archeologica del Teatro)
Sabato 26 e domenica 27 giugno 2021 – orario 8.00/14.00 (apertura dell’area archeologica dell’Anfiteatro)

L’Area archeologica Amiternum – antica città sabino – romana sviluppatasi lungo la via Cecilia a partire dalla metà del III sec. a.C. – comprende due importanti contesti: il complesso del maestoso Anfiteatro (I sec. d.C.) con l’adiacente domus a peristilio, e il sito del Teatro (I sec. a.C.).

L’Anfiteatro poteva contenere fino a 6000 spettatori (se ne conservano 48 arcate su due piani, a delimitarne il perimetro, nei pressi della adiacente grande domus a peristilio), mentre il grande Teatro ne poteva ospitare circa 2000 (visibili attualmente la parte inferiore della cavea, l’orchestra e la scena).
I visitatori potranno inoltre apprezzare alcuni dei rilievi architettonici provenienti dal territorio e da Amiternum stessa, esposti nell’area archeologica del teatro.