Quantcast

Gagliano Aterno, due librerie stradali e un ‘piccolo, libero Teatro’: insieme è più bello

Il book crossing arriva a Gagliano Aterno. Due librerie stradali, per grandi e bambini e un piccolo anfiteatro. Leggere insieme è bello.

Gagliano Aterno, leggere e condividere è bello. Book crossing: prendi e dona, sarà l’attività presto possibile nel piccolo comune aquilano che si prepara ad accogliere due librerie stradali e non solo. Nasce anche “il piccolo, libero Teatro”.

Doppia inaugurazione nell’ambito di un progetto che ha l’obiettivo di promuovere la cultura in generale e quella legata al libro – e alla lettura – in particolare. Sabato 5 giugno alle ore 17 la presentazione del progetto da parte del giovane sindaco di Gagliano Aterno, Luca Santilli, con l’intervento del Libraio di Notte, Paolo Fiorucci, collaboratore dell’intera iniziativa.

gagliano aterno locandina librerie

Sono due le librerie stradali previste: una per gli adulti, l’altra per i più piccoli, rispettivamente in Piazza Kennedy e nel Parco giochi di Gagliano. “L’iniziativa assume un valore aggiunto perché viene sviluppata nelle nostre aree interne, dove le biblioteche mancano, allora è la stessa strada ad offrire spazi dedicati alla lettura. Con le due postazioni di Book crossing da un lato vogliamo promuovere la lettura e condividere i libri, dall’altro vogliamo anche sopperire a servizi assenti”. 

La libreria stradale nel Parco Giochi avrà esclusivamente libri a tema per bambini.

“Con il Libraio di Notte – titolare di una libreria indipendente di Popoli – abbiamo definito l’intero progetto”, ci spiega ancora Santilli. “Lui ci fornirà già le letture da sistemare come prima fornitura delle nostre librerie stradali”.

Le novità, però, non finiscono qui. Almeno non per i bambini di Gagliano Aterno e della Subequana. “Nel Parco giochi dei bambini, oltre alla libreria a loro dedicata, ci sarà un ‘Piccolo Libero Teatro’: cioè un piccolo anfiteatro in legno, costruito da falegnami della zona, che offrirà a tutti i bambini la possibilità di condividere le letture, con gli stessi bambini ad assistere in platea”. 

Una cornice perfetta per l’organizzazione futura di eventi culturali, che coinvolgano anche i più piccoli. “In futuro vogliamo continuare su questa strada: promuovendo la cultura e la socialità tra i nostri giovani. Per questo abbiamo deciso di attrezzare uno spazio ad hoc”.

Crescere leggendo e condividendo i libri e le storie lette, alla scoperta di mondi magici, lontani o vicini, fantastici o reali, di sogni e avventure. Così le aree interne sono più verdi.