Quantcast

Gaetano Quagliariello, Coraggio Italia: una nuova casa per i liberali conservatori

L'AQUILA - Sessanta giorni per la costituente di Coraggio Italia, la nuova formazione politica liberale e conservatrice. Il senatore Gaetano Quagliariello tra i capi delegazione.

L’AQUILA – Sessanta giorni per la costituente di Coraggio Italia, la nuova formazione politica liberale e conservatrice. Il senatore Gaetano Quagliariello tra i capi delegazione.

Già formato il gruppo alla Camera, in formazione quello del Senato; intanto si lavora per arrivare nel giro di due mesi alla costituente di Coraggio Italia. Prosegue  così il percorso “dal basso” per la ricostituzione di un grande soggetto politico liberale e conservatore avviato dal senatore Gaetano Quagliariello con Idea. Dopo il primo step, Idea aveva fatto “casa comune” con il movimento Cambiamo di Giovanni Toti. Adesso il movimento politico si allarga ulteriormente con il contributo del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e diventa Coraggio Italia, che in Abruzzo ha già incassato anche l’adesione del deputato teramano ex M5S Fabio Berardini.

L’obiettivo, spiega il senatore Gaetano Quagliariello a IlCapoluogo.it, quello delle origini: “Riaggregare l’area liberale e conservatrice“, attraverso una “operazione dal basso”, che dai territori giunga al Parlamento. Lavori in corso, quindi, per Coraggio Italia, con un gruppo già formato alla Camera e uno in formazione al Senato.

Nel frattempo si lavora alla costituente del partito, con i quattro capi delegazione: il senatore Gaetano Quagliariello, il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e Marco Marin, della stessa area del primo cittadino di Venezia. In vista della costituente, attivate due commissioni: la prima intercetta i caratteri organizzativi del nuovo soggetto politico, con statuto e atto costitutivo; la seconda commissione invece si occuperà della carta dei valori, il programma e il codice etico.  I quattro capi delegazione faranno parte di entrambe le commissioni e nomineranno tre rappresentanti di ogni commissione, a cui parteciperanno anche i parlamentari che hanno aderito al nuovo soggetto politico.

“Questo nuovo spazio politico – spiega il senatore Gaetano Quagliariello – non solo servirà a vincere più facilmente le elezioni, ma anche a governare con maggiore equilibrio. Contiamo su un’ampia adesione per questo ulteriore step verso un grande partito liberale e conservatore all’interno del centrodestra“.