Quantcast

Sulmona, collaboratore di giustizia minaccia il suicidio

Carcere di Sulmona, collaboratore di giustizia sale sul tetto e minaccia il suicidio. Salvato dai poliziotti penitenziari.

Carcere di Sulmona, collaboratore di giustizia sale sul tetto e minaccia il suicidio. Salvato dai poliziotti penitenziari.

Un giovane detenuto del carcere di Sulmona, collaboratore di giustizia, nei giorni scorsi è salito sul tetto del reparto detentivo, minacciando di suicidarsi. Il giovane ha approfittato dell’ora d’aria per raggiungere il tetto e da lì reclamare la possibilità di parlare urgentemente con il magistrato.

La situazione si stava facendo piuttosto tesa, quando il comandante di reparto, Sarah Brunetti, ha deciso personalmente, aiutata da una scala improvvisata e da alcune unità di polizia, di salire sul tetto, riuscendo finalmente a far desistere il detenuto.

“Al comandante di Reparto e ai colleghi intervenuti – sottolinea Mauro Nardella (Uil PA) – giungano i miei più sentiti compiacimenti. La speranza resta ora di vedere all’opera la Commissione ricompense al quale in qualità di rappresentante sindacale chiedo che deliberi sulla concessione del meritato encomio”.