Quantcast

Tampone obbligatorio anche per i vaccinati, le regole per viaggiare

Viaggi all'estero, obbligo di tampone negativo anche per i vaccinati. Intanto il Ministero del Turismo estende il bonus vacanze.

Viaggi all’estero, obbligo di tampone negativo anche per i vaccinati. Come funziona il Green Pass.

Dal 16 maggio è stata abolita la quarantena per chi entra in Italia da un paese dell’area UE e dell’area Schengen, Gran Bretagna e Israele. Dieci giorni di quarantena, invece, per chi proviene da paesi extra UE. Resta comunque l’obbligo di tampone negativo, effettuato entro le 48 ore precedenti. Tanto vale anche per chi è vaccinato e quindi già in possesso del Green Pass. Ogni Paese può avere regole diverse, ma al momento l’indirizzo generale conferma quanto vale per l’Italia.

Per il futuro, comunque, per viaggiare nei paesi europei le istituzioni Ue hanno raggiunto un accordo per realizzare l’Eu Digital Covid Certificate. Attesterà se una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o ha un risultato recente di test negativo o è guarita dall’infezione. Il pass si baserà su un QR Code associato a un codice identificativo univoco a livello nazionale e leggibile da tutti gli Stati Ue. Il Certificato dovrebbe essere disponibile dal 1° luglio. E garantirà la libera circolazione tra i Paesi Ue. Ulteriori restrizioni nei confronti dei viaggiatori titolari del certificato non sono possibili “in linea di principio”, tuttavia potranno essere imposte “ove necessario e in modo proporzionato, sulla base di evidenze, con notifica alla Commissione e ad altri Stati membri”.

E sempre a proposito di viaggi, il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, intervenendo a Unomattina su Rai1 ha annunciato “una piccola grande novità: c’era anche l’anno scorso ma tante risorse non erano state utilizzate, ma noi non vogliamo che resti neanche un centesimo inutilizzato. Il bonus vacanze aiuta le famiglie con il reddito basso a poter andare comunque in vacanza. Prima era spendibile solo presso gli alberghi, ora abbiamo allargato e si può spendere anche nelle agenzie di viaggi, in modo più semplice. Non possiamo permetterci di avere risorse non spese, dopo averle stanziate”.

covid tampone

Viaggi, non solo tampone obbligatorio: come funziona il Green Pass.

Il Green Pass serve per spostarsi tra le regioni in fascia arancione e rossa (anche se in questa fase l’Italia in realtà è tutta gialla), ma anche per visitare gli anziani nelle case di riposo (Rsa). E servirà dal 15 giugno per partecipare a feste e banchetti di nozze. Possibile il ricorso a questo certificato per presenziare ad altri eventi, come i concerti con capienza maggiore di quella attualmente consentita (fino a un massimo di mille spettatori in impianti all’aperto e fino a 500 al chiuso), ma anche per andare in discoteca.

Per i vaccinati “la certificazione è rilasciata, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria ovvero dall’esercente la professione sanitaria che effettua la vaccinazione”. Per i guariti dal Covid la certificazione verde è rilasciata “in formato cartaceo o digitale, dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero del paziente affetto da Covid-19, oppure, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta”. Il risultato negativo del tampone viene attestato dalla farmacia o dal laboratorio privato in cui si effettua il test molecolare o antigenico. Il Green Pass dura 9 mesi dal completamento del ciclo vaccinale.