Quantcast

Parco Sirente Velino, la Commissione Territorio licenzia la nuova legge

L'AQUILA - La Commissione Territorio licenzia la proposta di legge sul Parco Sirente Velino, adesso la palla passa al Consiglio regionale.

L’AQUILA – La Commissione Territorio licenzia la proposta di legge sul Parco Sirente Velino: adesso la palla passa al Consiglio regionale.

La II Commissione Territorio, Ambiente e Infrastrutture, presieduta da Manuele Marcovecchio, nel pomeriggio di ieri ha licenziato la proposta di legge che darà una nuova governance e una nuova perimetrazione al Parco Sirente Velino.

L’opposizione ha tentato di ostacolare l’iter con una valanga di emendamenti, oltre 4mila quelli presentati, che però sono stati arginati dalla maggioranza con la presentazioni di sub emendamenti che hanno fatto decadere la gran parte di quelli presentati dall’opposizione. Alla fine solo una quindicina di emendamenti sono stati effettivamente discussi.

Si avvia così a conclusione l’iter della proposta di legge promossa dall’assessorato ai Parchi e riserve naturali con Emanuele Imprudente, vice presidente della Giunta regionale, per dare una nuova governance al Parco, ormai commissariato da anni. A far discutere, però, soprattutto la parte riguardante la riperimetrazione del Parco, che ha visto su fronti contrapposti associazioni di categoria, comuni e associazioni ambientaliste. Critiche le opposizioni, sia sulla riperimetrazione che sullo stralcio degli emendamenti, ma il consigliere Giorgio Fedele ha già annunciato che “nel passaggio che dovrà fare la legge in Consiglio regionale ripresenteremo tutte le nostre richieste per migliorare un testo”.

Ad ogni modo il progetto di legge è stato licenziato e approderà al prossimo Consiglio regionale, per il varo definitivo.