Quantcast

L’Aquila, incidente a Pettino

Il Dillo al Capoluogo di oggi: dopo l'ultimo incidente a Pettino è impellente la necessità di posizionare dei dissuasori sulle strade urbane, specie in prossimità delle scuole.

L’ultimo incidente automobilistico a Pettino richiama ancora una volta l’attenzione sulla necessità dei dissuasori su quelle strade particolarmente trafficate e vicino le scuole.

La segnalazione arriva alla redazione tramite la rubrica Dillo al Capoluogo.

L’incidente è avvento il 10 maggio scorso, davanti la scuola primaria Mariele Ventre. 

“All’uscita della scuola, verso le ore 16,40 una donna è stata urtata da un auto in corsa e sbalzata più in avanti cadendo rovinosamente sull’asfalto. L’uomo che l’ha urtata era alla guida un’auto grigia simile ad una Opel corsa e viaggiava a velocità sostenuta in direzione L’Aquila”.

Sono diversi i residenti, così come il lettore che ha segnalato l’incidente, che chiedono da tempo, anche tramite la redazione, di provvedere all’installazione di dissuasori sull’asfalto.

“Ci sono strade in città – scrive un residente di Pettino – che necessitano dei dissuasori, non solo a Pettino, ma anche su via Aldo Moro, dove le macchine procedono generalmente come missili alla massima velocità. Davanti la Mariele Ventre ci sono i bambini e una mancanza simile potrebbe portare a conseguenze ben più serie”.

Via Aldo Moro, auto alla massima velocità

Soprattutto vicino le scuole, le strade necessitano dei dissuasori nella pavimentazione come già avviene in molte altre città e non quelli luminosi che non inducono a rallentare. Speriamo davvero che in un’ottica di ammodernamento di tutto il tessuto urbano, la nostra amministrazione voglia farsi carico di un’istanza davvero necessaria per il benessere e la sicurezza della collettività”.

 

La foto allegata all’articolo è generica (presa dal web)