Quantcast

Inter Club Goriano Sicoli, gioia scudetto con dedica speciale: ciao Paolo e Raffaele

Inter Club Goriano Sicoli, non è festa scudetto senza il ricordo di due amici nerazzurri recentemente scomparsi: ciao Paolo e Raffaele, portato via dal Covid

Si staranno sicuramente godendo lo spettacolo: quei colori nerazzurri e quei sorrisi che hanno invaso Milano saranno arrivati fin lassù. In un cielo di nuovo tinto di nerazzurro, nel ricordo di Paolo Trinetti e Raffaele Paolini.

Una dedica speciale tra i festeggiamenti per il tricolore dell’Inter. La gioia per la conquista dello scudetto numero 19 della banda di Conte è stata accolta con entusiasmo dall’Inter Club di Goriano Sicoli, che conta oltre 500 soci. Una grande famiglia che non poteva non spendere un pensiero per gli amici di tante partite, di viaggi direzione San Siro, di cori urlati dagli spalti, stretti nelle maglie nerazzurre e legati da una passione che non conosce confini. Nemmeno quelli del cielo.

Paolo Trinetti e Raffaele Paolini, due fratelli nerazzurri che non ci sono più ma che staranno sicuramente sorridendo, oltre le nuvole, per uno scudetto che all’Inter mancava da 11 anni. A loro, dall’Inter Club di Goriano e dal suo presidente Massimiliano De Sanctis va un pensiero speciale, raccolta dal Capoluogo.

“La vittoria dello scudetto numero 19 è dedicata a tutti i soci che hanno creduto nel nostro progetto sin dal 2015, anno di fondazione del club, in cui arrivammo ottavi in classifica. Grazie all’amore, la passione ed alla fedeltà dei tifosi siamo riusciti a scalare la vetta di un campionato difficile come la Serie A. Dopo un decennio di sofferenza finalmente riprendiamo il posto che ci compete. La vittoria della nostra Inter ha scatenato una serie di emozioni incredibili, ormai sopite da tempo: tra queste non può mancare un momento in cui ricordare due nostri soci scomparsi prematuramente, Paolo Trinetti (a cui è dedicato il nome del Club) e Raffaele Paolini, scomparso a causa del Covid. Ci mancate oggi più che mai, mancate in terra, ma avete il vostro posto d’onore in cielo, da dove vi starete sicuramente godendo lo spettacolo!”.