Quantcast

Ricostruzione, più controlli antimafia: firmato l’accordo

Terremoto, Lamorgese-Legnini: rafforzare controlli antimafia sulla ricostruzione. Firmato l'accordo.

Terremoto, Lamorgese-Legnini: rafforzare controlli antimafia sulla ricostruzione. Firmato l’accordo.

Un accordo di collaborazione per intensificare i controlli antimafia sui lavori di ricostruzione e rafforzare i presidi di legalità e sicurezza a tutela di tutti i lavoratori impegnati nei cantieri. È stato sottoscritto al termine di un incontro, presieduto dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, con il Commissario straordinario del governo alla ricostruzione del Centro Italia, Giovanni Legnini, il Direttore della struttura di missione del Viminale per la prevenzione e il contrasto antimafia-sisma, Carmine Valente, e i prefetti i cui territori ricadono nell’area del cratere sismico.

“Questo accordo – ha spiegato Lamorgese – segna un passaggio strategico per garantire legalità e sicurezza nell’opera di ricostruzione nel Centro Italia. L’impegno comune del commissario di governo, della struttura di missione del ministero dell’Interno e di tutte le prefetture coinvolte costituisce infatti – ha aggiunto – una preziosa rete sul territorio in grado di intercettare e di contrastare possibili infiltrazioni criminali, anche ponendo una doverosa attenzione alla sicurezza nei luoghi di lavoro e senza penalizzare la celerità nell’apertura dei cantieri”. Il commissario Legnini, ringraziando il ministro Lamorgese per l’intensa collaborazione assicurata dall’intera struttura del Viminale, ha ricordato che “in questi mesi è stato fatto tutto il possibile per semplificare norme e procedure ma è necessario assicurare un punto di equilibrio con l’esigenza di tutelare la legalità. Il protocollo firmato oggi serve proprio a questo: irrobustire i controlli, contrastare il lavoro nero, il dumping contrattuale e l’evasione contributiva e assicurare, grazie anche al badge di cantiere, il rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”.

ricostruzione