Quantcast

No coprifuoco, flash mob a L’Aquila: grido d’aiuto di musicisti e operatori

Anche L'Aquila dice no al coprifuoco. Appuntamento il 30 aprile con un flash mob a Piazza Duomo: "Professionisti e attività privati del diritto di lavorare"

Appuntamento alle ore 17 in Piazza Duomo, venerdì 30 aprile. Chitarre e strumenti per alzare la voce contro il coprifuoco: a L’Aquila il flash mob “Vogliamo chiedere aiuto per tutti coloro che non potranno ancora lavorare”.

No al coprifuoco. L’iniziativa nasce da un’idea di Diego Del Vecchio, dipendente comunale “ma musicista per passione, stanco di sopportare orari e vincoli al libero svolgimento di alcune specifiche attività, costrette ancora per tanti mesi a restare bloccate”.

Pub, artisti e musicisti, addetti ai Service, Concerti e serate musicali nei locali, ristoranti da cerimonie. Tutti su una stessa barca.

coprifuoco flash mob

“Non si è mai visto un concerto alle 18, eppure si è ben pensato di continuare con il coprifuoco alle 22, impedendo di fatto a numerose categorie di tornare alla propria attività”, ci spiega l’organizzatore Diego Del Vecchio, che ha promosso il flash mob “No Coprifuoco” a L’Aquila con la collaborazione di Fabio Iuliano.

“La nostra vuole essere una richiesta di aiuto: sono tantissime le persone che, non potendo svolgere la propria attività di sera, si ritrovano a non poter ripartire. L’orario stabilito penalizza intere fasce di una categoria che, generalmente, non inizia a lavorare prima delle 22. Per non parlare del fatto che nel nostro territorio, in provincia dell’Aquila, a fine agosto è già di nuovo autunno. Quindi prolungare il coprifuoco alle 22 fino all’intero mese di luglio è una punizione assurda per troppe attività e professionisti”.

“Si sta portando avanti una campagna massiva di vaccinazione, ma le misure restano stringenti. A cosa serve il coprifuoco? È limitante sia per gli esercenti che per gli stessi cittadini, negli unici mesi in cui i nostri territori prendono vita: quei mesi estivi vera possibilità di ripartenza per molte tra le categorie più toccate dalla crisi Covid.

In cosa consisterà il Flash Mob “No Coprifuoco”?

Ci riuniremo in Piazza con i nostri strumenti musicali. Faremo sentire la nostra voce e ci saranno vari interventi delle categorie, inclusi i rappresentanti dei teatri cittadini. Un’iniziativa priva di qualsiasi connotazione politica, organizzata nel rispetto delle disposizioni anti Covid. Saremo tutti in mascherina e distanziati. Spero parteciperanno anche i commercianti della città. La nostra è una manifestazione spontanea, pacifica e rispettosa: ma vogliamo ritrovarci e chiedere aiuto”.