Quantcast

Assembramenti vietati, mangiano una pizza in centro: 280 euro di multa

280 euro di multa. Questa la sanzione per alcuni giovani che hanno consumato una pizza in centro storico a L'Aquila in barba ai divieti anti assembramenti.

Arrivano le prime multe dopo gli assembramenti in centro a L’Aquila.

I Vigili erano intervenuti in centro giorni fa, a piazza Regina Margherita, dove delle persone, dopo le 18 stavano consumando una pizza vicino i locali, in barba ai divieti anti assembramento.

Per tutti è scattata la multa di 400 euro, (280 in forma ridotta).

Per quanto riguarda la multa è possibile fare ricorso, attualmente, in ogni caso, dal 12 aprile scorso in centro storico a L’Aquila vige un’ordinanza anti assembramento.

Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi ha prorogato fino al 26 aprile l’ordinanza anti assembramenti che vieta il consumo di bevande alcoliche negli spazi pubblici all’aperto, dopo le 18.30 e fino alle 5 del mattino successivo sull’intero territorio comunale e l’ulteriore divieto di stazionare, sempre dalle 18.30 alle 5 del mattino successivo, nelle aree del centro storico dove è stata riscontrata la maggiore affluenza.

Covid L’Aquila, prorogata ordinanza anti assembramento nelle piazze