Quantcast

Nasce il Majella Geopark, Geoparco Mondiale Unesco

Giovedì 22 aprile 2021, il territorio del Parco Nazionale della Maiella diventa Geoparco Mondiale dell’UNESCO con il nome di Majella Geopark

Nasce il Majella Geopark, Geoparco Mondiale dell’UNESCO

Giovedì 22 aprile 2021, il territorio del Parco Nazionale della Maiella diventa Geoparco Mondiale dell’UNESCO con il nome di Majella Geopark. Un risultato importante per il nostro territorio e per l’Abruzzo intero, che porterà sicuramente benefici a livello di sviluppo sostenibile delle comunità locali e permetterà al nuovo Geoparco di collaborare con oltre 160 territori riconosciuti in tutto il mondo.

majella geopark

Il riconoscimento UNESCO per il nascente Majella Geopark è stato possibile dall’elevata geodiversità del territorio in termini di geositi che il Geoparco Majella può vantare, in tutto 95 di cui almeno 22 hanno valore internazionale. Il cammino verso il riconoscimento è iniziato nel 2016, insieme all’Ordine dei Geologi della Regione Abruzzo che con l’Ente Parco ha siglato fin da subito un protocollo d’intesa per il progetto di candidatura, successivamente rinnovato fino alla nuova convenzione del dicembre scorso. Alla buona riuscita del processo di candidatura hanno contribuito i geologi della Commissione Geositi e Geoparchi dell’Ordine sotto il coordinamento del responsabile del Geoparco, la geologa dell’Ente Elena Liberatoscioli, e la supervisione scientifica della professoressa Etta Patacca Scandone.

Majella Geopark, la cerimonia

La cerimonia di benvenuto organizzato dal Global Geopark Network Unesco (Rete Geoparchi Mondiale Unesco) avrà inizio alle ore 14:00, e potrà essere seguita accdendo alla pagina Youtube del Global Geopark .
Alla cerimonia alle ore 18:00, seguirà la diretta sulla pagina Facebook del Parco Nazionale della Maiella, per commentare il prezioso risultato con i rappresentanti del Parco e dell’Ordine dei Geologi, e importanti ospiti, che hanno dato il loro contributo al riconoscimento Unesco.

Il Presidente del Parco Lucio Zazzara: “Parco Nazionale della Maiella riceverà la dichiarazione di Geoparco UNESCO quale patrimonio dell’Umanità per le sue speciali caratteristiche che uniscono la geologia, la biodiversità, la storica presenza dell’uomo e tutta la cultura sviluppata nel tempo. E’ un evento molto importante che metterà molto in vista il nostro territorio con tutto il suo sconfinato patrimonio; ringraziamo quanti, da anni, lavorano per questo risultato“.

Il Presidente dell’Ordine dei Geologi Regione Abruzzo: “Il riconoscimento a Geoparco Unesco del Parco Nazionale della Maiella, è motivo di orgoglio per la nostra categoria professionale, un importante traguardo che mette in risalto il patrimonio geologico della Maiella e che sarà strategico per il supporto delle microeconomie locali, e per uno sviluppo sostenibile del territorio“.

Il Direttore del Parco Luciano Di Martino: “Il Parco Nazionale della Maiella viene inserito nel Global Geopark Network, dopo circa cinque anni dall’inizio dell’iter di candidatura: un lungo percorso in cui l’Ente ha avviato sicuramente un grande processo di connessione con tutti gli attori locali, e che porterà a scoprire le bellezze naturali e culturali dei sistemi carsici nell’ottica delle attività turistiche sostenibili all’interno dell’area protetta. Ciò è stato possibile grazie alla dedizione ed alla professionalità di tutti i tecnici dell’Ente coinvolti in sinergia con i geologi professionisti, e coordinati grazie all’impegno della funzionaria geologa Elena Liberatoscioli”.

La geologa Adele Garzarella, Presidente della Sigea Abruzzo, membro della commissione Geoparco Maiella, che ha lavorato al dossier di candidatura: “È un risultato davvero incredibile che avvalora l’importanza del patrimonio geologico del territorio, congiuntamente alla sua biodiversità, storia, cultura e tradizioni locali. Un riconoscimento che farà da volano per importanti progetti, di valorizzazione e promozione, come quello legato ai siti della Memoria della Seconda guerra mondiale, un patrimonio questo che è ancora nascosto, e che porteremo alla giusta attenzione, con un progetto turistico mirato, che sfrutti nuove tecnologie di divulgazione turistica“. 

Geopark Majella, le dichiarazioni del Presidente Marsilio

“La nascita del ‘Maiella Geopark’, geoparco mondiale Unesco, rappresenta una opportunità straordinaria per l’Abruzzo ed in particolare per queste aree di elevata valenza sotto l’aspetto ambientale, economico e turistico”. Lo ha affermato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, in occasione della Giornata mondiale della Terra che coincide con il riconoscimento del territorio del Parco Nazionale della Maiella come Geoparco mondiale dell’Unesco.

“Un riconoscimento che premia il lavoro portato avanti dal presidente del Parco Zazzara e dal direttore Di Martino a cui vanno i miei complimenti per il traguardo conseguito e che ha visto anche ol contributo fattivo della Regione Abruzzo – ha aggiunto Marsilio – nel luglio 2019 l’assessore all’Ambiente, Nicola Campitelli, accompagnò due valutatori, scelti dal Consiglio dell’Unesco Global Geoparks, la rete mondiale dei Geoparchi dell’Unesco, per verificare l’effettiva valenza, soprattutto geologica, dell’area nonché altre importanti caratteristiche. In aggiunta, a sostegno della conservazione e rivalutazione del patrimonio di geositi, fu sottoscritto dalla Regione Abruzzo, dal Parco nazionale della Maiella, dall’Agenzia del Demanio e dagli altri enti coinvolti un protocollo per la valorizzazione del complesso delle ex miniere di bitume della Maiella settentrionale. Oggi festeggiamo questo importante riconoscimento che farà diventare quell’area punto di riferimento per appassionati di ambiente e natura da tutto il mondo. Ringrazio gli uffici ambiente della Regione e il prezioso lavoro dell’assessore Campitelli che hanno permesso il raggiungimento di questo obiettivo”.