Quantcast

Vaccini Covid a fragili e disabili: riaperta la piattaforma della Regione Abruzzo

Vaccini Covid a fragili e disabili: riaperta la Piattaforma della Regione Abruzzo. Sarà indipendente dalla Piattaforma Poste

Vaccini Covid a fragili e disabili: la Regione Abruzzo riapre la piattaforma.

Per agevolare l’adesione alla campagna vaccinale da parte dei soggetti fragili e dei disabili che non si erano ancora iscritti alla piattaforma regionale (attivata lo scorso 18 gennaio), è stato riaperto il sistema per consentire la manifestazione d’interesse alla vaccinazione.Lo comunica l’assessorato alla Salute.

La piattaforma è raggiungibile all’indirizzo sanita.regione.abruzzo.it . Potranno aderire anche i caregiver e i familiari conviventi.

Il sistema regionale è indipendente dalla piattaforma Poste (che consente le prenotazioni solo in base all’età) e le chiamate alla vaccinazione saranno gestite dalle Asl, sulla base del proprio modello organizzativo.

Vaccini Covid, dal 14 aprile attiva solo la Piattaforma Poste

Vaccini Covid ai fragili: la riapertura dopo le polemiche e le segnalazioni di molti rimasti esclusi dalla prenotazione

Il Capoluogo avevo raccolto molte segnalazioni in seguito alla chiusura della Piattaforma regionale da parte della Regione, facendo chiarezza su tempistiche e modalità inerenti la vaccinazione Covid dei fragili. Precisazioni fornite grazie alle indicazioni raccolte dall’Assessorato alla Sanità.

Questo l’approfondimento curato dalla redazione.

fragili

Resta attiva ed operativa la piattaforma Poste: che permette direttamente di prendere appuntamento per la vaccinazione, ma nel rsipetto delle fasce d’età di volta in volta prioritarie per la vaccinazione. La Piattaforma Poste non accetta prenotazioni per fragili e disabili, i quali quindi, con la riapertura della piattaforma regionale, potranno ora prenotare proprio accedendo al Sito della Regione Abruzzo e seguire le procedura indicata per inviare la propria manifestazione di interesse. 

Vaccini Abruzzo, si aprono le prenotazioni per i 60-69enni