Quantcast

Rugby L’Aquila, Massimo Cuttitta ha passato la palla

Il mondo del rugby italiano in lutto per la scomparsa di Massimo Cuttitta. L'esordio a L'Aquila negli anni'80.

 

Massimo Cuttitta, storico pilone azzurro che ha giocato con il rugby nmeroverde nei suoi anni d’oro ha passato la palla.

Massimo Cuttitta è scomparso a soli 54 anni, dopo essere stato ricoverato in ospedale ad Albano Laziale per complicazioni dovute al Covid 19.

L’Aquila è stata la prima squadra di Cuttitta, da giocatore, insieme al fratello Massimo ha contribuito a fare la storia del rugby negli anni ’90, è scomparso oggi ad Albano Laziale a soli cinquantaquattro anni dopo che da qualche giorno era stato ricoverato in ospedale a causa del Covid.

In carriera ha vinto 4 campionati italiani e una Coppa Italia con il Milan. E’ stato protagonista di diversi team, sia da giocatore che da allenatore. In ambito internazionale ha vinto la Coppa Fira con la Nazionale. Ha indossato la maglia azzurra dal 1990 al 2000. Si è ritirato nel 2006.

70 le presenze di Massimo Cuttitta in azzurro in Nazionale tra il 1990 e il 2000.

Capisaldo nella nazionale di Georges Coste, ha portato l’Italia nel Sei Nazioni, conquistando in quegli anni anche quattro titoli di campione d’Italia con il Milan.

Anche la FIR Abruzzo ha voluto omaggiare l’ex pilone dell’Italia: “Se n’è andato Massimo “Mouse” Cuttitta, ricoverato nei giorni scorsi per Covid. Se ne va un giocatore e un uomo straordinario. Già cuore della mischia dell’Aquila Rugby alla fine degli anni Ottanta, azzurro fino al 2000, aveva avuto una carriera altrettanto brillante, arrivando ad allenare gli avanti della nazionale scozzese per sei anni, fino al 2015. Nel 2016 era tornato all’Aquila per allenare la mischia neroverde. Il capoluogo abruzzese e tutto il rugby italiano l’hanno sempre amato. Ai familiari, agli amici e agli ex compagni di mischia va l’abbraccio forte di FIR Abruzzo, dello staff, dei tecnici e di tutto il movimento ovale abruzzese. Ciao Mouse”.

“Ho appreso con profondo dolore e sgomento la notizia della scomparsa di Massimo Cuttitta” ha scritto il sindaco Pierluigi Biondi. “Ci lascia un personaggio che ha dato lustro al rugby italiano e internazionale, molto legato all città dell’Aquila che oggi piange uno dei suoi figli ‘acquisiti’ grazie allo sport. Ai fratelli Marcello e Michele, già provati per la recente scomparsa della madre, al papà Carlo, ai famigliari tutti, agli amici e alla grande famiglia della palla ovale azzurra porgo sincere condoglianze a nome della Municipalità dell’Aquila e a titolo personale”.