Centro storico

L’Aquila, apre Verità e Vanità: un sogno che si avvera

L'AQUILA - L'8 aprile apre il negozio di abbigliamento e accessori donna "Verità e Vanità".

L’AQUILA – L’8 aprile apre il negozio di abbigliamento e accessori donna “Verità e Vanità”.

Verità e Vanità, verità come le tante declinazioni delle donne: mamme, impegnate tutti i giorni dentro e fuori casa, tante declinazioni, tante storie, tante scelte tutte, tante verità e tante vanità, per quel tocco di femminilità che caratterizza le nostre numerose sfaccettature”. Così Raffaella e Antonella Dionisi presentano a IlCapoluogo.it il nuovo negozio di abbigliamento e accessori donna che aprirà a L’Aquila l’8 aprile, in centro storico, in via Tre Marie 28 e via Marrelli 14/16.

Per Raffaella e Antonella “Verità e Vanità” rappresenta “un sogno che si realizza”: “Io e mia sorella siamo nate e cresciute a L’Aquila, ma dopo il terremoto mi sono traferita a Roma, dove ho fatto altre scelte importanti per il lavoro e la famiglia. Questo, però, era un progetto che entrambe abbiamo sognato qui, nella nostra città, dove respiriamo la storia e la vita del posto che amiamo. Ci vuole coraggio per fare certe scelte, ma L’Aquila se lo merita. Merita scelte e persone coraggiose. Quando la rivedo piena di gente, splendere sulle vetrine dei nuovi negozi, io sono felice. Vedere questa città rinascere è la cosa più bella del mondo”.

Verità e Vanità, una scelta italiana.

La filosofia del nuovo negozio è tutta volta al made in Italy… e alla propria terra: “Il nostro marchio di punta è Chiara e Francesco Gentile Catone, giovani stilisti emergenti di Pescara che hanno già spiccato il volo su Milano, dove espongono alla Rinascente e sono all’interno della Camera della Moda. Inoltre hanno una bella politica legata all’ecosostenibilità che abbiamo molto apprezzato. Anche per gli accessori siamo legati all’artigianato di qualità, una delle linee di borse sono fatte a mano da un’artigiana di Roma e gli accessori appartengono alla stessa azienda per cui facevo la rappresentante, anni fa. È stata una scelta in continuità con la nostra storia”.

Una vetrina in più, nel centro storico, in cui L’Aquila torna a specchiarsi, ogni giorno un po’ più bella. E perché no, ogni giorno un po’ più donna.