Quantcast

Covid Barisciano, attenzione alla Pasqua: l’appello ai giovani

Il punto sulla situazione Covid a Barisciano. L'appello del sindaco ai giovani: "Positivi in aumento. Facciamo attenzione, evitate gli assembramenti".

Situazione Covid sotto controllo a Barisciano, ma c’è preoccupazione: 7 casi positivi e contatti in attesa di ricevere il risultato del tampone da giorni. L’appello del sindaco: “Siate responsabili, anche nei prossimi giorni di festività. Il virus ormai circola tra i giovani. Tutelate voi stessi e i vostri cari”.

Dal primo cittadino di Barisciano, Fabrizio D’Alessandro, un appello all’intera comunità. Complici l’arrivo della Pasqua, qualche rientro e il bel tempo di questi giorni, la raccomandazione è precisa: non abbassare la guardia. I positivi a Barisciano sono attualmente 7, “ma ci sono almeno 5 persone – che avvertono già qualche sintomo riconducibile al Covid – in attesa del risultato del tampone. Sono stato contattato proprio in merito, ma evidentemente deve esserci stato qualche problema con i risultati, che si spera arrivino al più presto. Specifico che si tratta di contatti dei casi positivi già emersi in paese, quindi è importante che il tracciamento sia eseguito nei tempi utili, nonostante queste persone siano già in quarantena”. Ha spiegato D’Alessandro alla nostra redazione.

Un appello non solo in vista della Pasqua, ma anche per evitare che la situazione possa peggiorare in breve tempo, come avvenuto in alcuni paesi vicini. Durante la prima ondata “abbiamo registrato un picco massimo di oltre 30 casi, a cui va aggiunta la rete di contatti posti in quarantena. In generale, dall’inizio dell’epidemia e considerando anche gli attualmente positivi (7 casi ndr) abbiamo avuto 107 positività registrate sul territorio comunale”.

Di seguito l’appello pubblicato dal Comune e rivolto, soprattutto, ai giovani del paese.

Cari concittadini, rivolgo a tutti voi un forte e importante appello.
Il numero di persone positive nel nostro comune,…

Pubblicato da Comune di Barisciano su Mercoledì 31 marzo 2021