Quantcast
Vaccino, i pazienti fragili dimenticati: un esercito silenzioso - Il Capoluogo
Non solo furbetti

Vaccino, i pazienti fragili dimenticati: un esercito silenzioso

I pazienti fragili dimenticati: non penalizzano la società con richieste di esenzione, pur motivate, ma non esistono come categorie di rischio. Un esercito silenzioso

I pazienti fragili dimenticati, senza un codice di esenzione all’ombra dei furbetti. Scelgono di non penalizzare la società con richieste di esenzione, pur motivate, in cambio non esistono come categorie a rischio per il vaccino Covid.

Silenzio sui pazienti fragili dimenticati. La cronaca quotidianamente porta alla ribalta tristi episodi correlati ai cosiddetti “furbetti”, vale a dire persone che attuano comportamenti o strategie scorretti o, peggio ancora, fraudolenti, per acquisire un vantaggio personale. Agli arcinoti furbetti del cartellino possiamo tranquillamente abbinare quelli dei falsi sostegni alla povertà, delle richieste di sussidio alla disoccupazione non rispondenti al vero, e chi ne ha più ne metta.

Vaccini Covid19, da mercoledì le categorie più fragili

Il Covid ha portato alla ribalta nuove categorie di costoro, motivate questa volta dal riuscire, prima di altri, ad ottenere l’agognato elisir contro la pandemia. Telegiornali, quotidiani web, social media e carta stampata puntano l’indice ora contro il politico, ora contro il giornalista, ora contro una categoria piuttosto che un’altra. Notizia recentissima quella dei magistrati ammessi nelle coorti vaccinali, addirittura fino ai più giovani praticanti, e degli avvocati esclusi.

pazienti fragili

Eppure ci sono tantissimi pazienti, non semplici cittadini, che avrebbero tutto il diritto di essere vaccinati in maniera prioritaria, e tuttavia non possono accedere ai vari portali per inserire i loro dati, perché, paradossalmente, per non pesare sulla collettività o per semplice privacy, hanno scelto di non richiedere un’esenzione per patologia.

L’esercito dei pazienti fragili dimenticati

È il silenzioso e riservato insieme di coloro che sono affetti da patologia cronica, o da altre, di pari se non maggiore importanza, magari soggetti per di più a monitoraggi continui. Queste persone non esistono per i portali in cui ci si può prenotare per la vaccinazione, perché non hanno un codice di esenzione da inserire nel campo richiesto.

Ulteriore beffa, queste persone inoltre, non avendo richiesto l’esenzione, sostengono per cure, controlli e ticket costi maggiori, che versano al sistema sanitario in maniera continua, vista la cronicità del loro problema, andando paradossalmente ad assicurare maggiori risorse a tutti gli altri. Eppure, il loro medico di famiglia ne conosce la storia clinica, prescrive loro farmaci, analisi… Non avrebbe pertanto alcuna difficoltà nell’asseverare la situazione per loro conto o fornire loro un codice numerico, magari concordato con la ASL, che questi pazienti possono autonomamente inserire nella manifestazione di interesse online.

Basterebbe davvero poco, per dare modo a chi ha bisogno e possiede i necessari requisiti di fragilità, di poter accedere alla vaccinazione ed esercitare il proprio diritto alla Salute. Un clic con il mouse da parte del Medico curante o un sms con un codice di accesso. La libertà di sostenere costi maggiori per non aver richiesto l’esenzione per patologia, che non è un obbligo, peraltro, non può rivelarsi una condanna per far vivere svariate persone fragili in una maggiore condizione di rischio. Tutto ciò mentre l’esercito dei furbetti del vaccino continua imperterrito nella sua “missione”.

 

 

Foto di Fondazione Veronesi

leggi anche
astrazeneca
Vaccini anti covid
Astrazeneca, il vaccino cambia nome: diventa Vaxzevria
johnson&johnson
Vaccini covid 19
Johnson&Johnson, il vaccino arriva in Italia dal 16 aprile
covid vaccine
Utili
Vaccino Covid 19, iniziano le prenotazioni per i nati dal 1942 al 1946
Rocco Totaro
Sanita' l'aquila
Sclerosi multipla, le cure durante la pandemia: vaccino anti Covid utile e necessario
covid
Il caso
L’Aquila, niente vaccino al caregiver: arriva la polizia municipale
vaccino covid 19 regione marsilio verì
Emergenza coronavirus
Vaccino Covid 19 Abruzzo, obiettivo: immunità di gregge entro settembre
astrazeneca
Vaccini
Astrazeneca, l’AIFA revoca il divieto d’uso del vaccino
covid vaccino
La vicenda
Astrazeneca, Ema dà l’ok al vaccino
scanno
La fotonotizia
Scanno, Margherita e il vaccino Covid con il costume tradizionale
covid vaccine
Emergenza coronavirus
Moderna, parte il test vaccino Covid 19 sugli under 12
covid vaccine
Piano vaccinale
Vaccini Covid19, da mercoledì le categorie più fragili
covid vaccino
Emergenza coronavirus
Vaccino Covid, tocca al personale scolastico con fragilità
covid vaccino
La segnalazione
Vaccini Covid alle categorie fragili, ma non per tutti: è caos
sede vaccini covid bazzano
Emergenza coronavirus
Bazzano, inaugurata nuova sede vaccinale: obiettivo 500 somministrazioni al giorno
sede vaccini covid bazzano
Dillo al capoluogo
Vaccini Covid a Bazzano: mio padre, 77enne fragile, abbandonato per oltre un’ora
vaccini covid via ficara
La campagna di vaccinazione
Vaccini Covid Abruzzo, aperte le adesioni per i collaboratori
centro autismo pescara
La campagna di vaccinazione
Abruzzo, parte la vaccinazione Covid per 450 persone con autismo
covid vaccino
Vaccini ai fragili: tutte le precisazioni
Vaccini Covid ai fragili, ma non per tutti: le patologie che hanno priorità
vaccini
Dillo al capoluogo
Vaccini Covid, fragili senza esenzione: “Una doppia beffa”
covid vaccino
La campagna di vaccinazione
Vaccini Covid19 a caregiver e familiari di fragili: chi può prenotare
esercito vaccinazioni
La campagna d vaccinazione
Covid19 L’Aquila, operativo team mobile dell’Esercito per le vaccinazioni