Quantcast

Ance L’Aquila è più Green: tra le prime in Italia a promuovere l’edilizia sostenibile

Ance L'Aquila, l’associazione è tra le primissime a livello nazionale, ad avviare un sodalizio con la Green Building Council Italia per le costruzioni sostenibili, a basso impatto ambientale.

Ance L’Aquila si fa più green.

L’associazione è tra le primissime territoriali Ance a livello nazionale, seconda solo ad ANCE Trento, ad avviare un sodalizio con la Green Building Council Italia, associazione senza scopo di lucro cui aderiscono le più qualificate imprese e comunità professionali italiane operanti nel segmento dell’edilizia sostenibile. GBC Italia fa parte del World GBC, la rete di GBC nazionali presenti in più di 70 paesi, che rappresenta la più grande organizzazione internazionale al mondo attiva per il mercato delle costruzioni sostenibili.

Si tratta di un gruppo di realtà che intendono investire sulla tematica ambientale per intercettare le nuove esigenze di una edilizia sostenibile per il rispetto del pianeta, della salute dei cittadini e, elemento non secondario per chi fa impresa, per intercettare con più competenza le risorse dedicate al settore che oggi l’Europa mette a disposizione degli stati membri, nel piano Next Generation EU, con un grande salto di consapevolezza.

Ance L’Aquila, cosa prevede l’accordo

L’accordo di collaborazione tra le due realtà, firmato nei giorni scorsi, prevede un reciproco scambio di informazioni e dati, nonché l’avvio di una mirata formazione professionale alle imprese associate per aggiornare le stesse sulle nuove sfide, metodologie e normative sulle costruzioni a impatto ambientale ridotto e sulle nuove opportunità di lavoro derivanti dalle ingenti risorse stanziate dall’Europa su questa tematica.

Ance L’Aquila, tramite il suo sistema bilaterale, si appresta a promuovere, grazie a questa neonata collaborazione, webinar informativi e corsi di alta formazione specializzanti riservati ad aziende, tecnici e maestranze del sistema. Il primo corso, di una lunga serie, partirà a breve e sarà quello relativo alla tematica C.A.M., i Criteri Ambientali Minimi da rispettare per rientrare nella tipologia di edilizia sostenibile. Seguiranno ulteriori corsi specialistici per fornire strumenti pratici alle imprese, sia sui protocolli internazionali di certificazione della sostenibilità degli edifici, quali LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) il sistema internazionale nato da U.S. Green Building Council che è il più utilizzato anche in Italia, o il più recente WELL, nato da International Well Building Institute; sia sui protocolli nazionali di certificazione della sostenibilità degli edifici, quali GBC Home, GBC Quartieri, GBC Condomini, GBC Historic Building. Inoltre, sono previsti corsi per gli Ispettori Qualificati (IQ) che operano le attività per conto degli Organismi di Verifica Accreditati (OVA) a cui vengono assegnate le verifiche di conformità ai criteri dettati dai protocolli energetico-ambientali.

Ance L’Aquila, le dichiarazioni

Una vera rivoluzione nell’approccio al mestiere del costruttore – commenta il Presidente di ANCE L’Aquila Adolfo Cicchetti – perfettamente in linea con gli obiettivi e gli approcci della nuova stagione politica che dovrà portare l’Italia ad essere competitiva sul mercato globale per uscire dalla crisi economica del Post Covid. ANCE L’Aquila e le sue imprese, già sensibili ai temi green, mostrano riflessi pronti e reattivi con il cambiamento in atto. Oggi il mercato è sempre più selettivo e sensibile nei confronti della sostenibilità. Siamo sicuri di fare il bene delle nostre imprese associate tenendoci al passo con i tempi”.

Nelle parole di Marco Mari, Presidente di GBC Italia, il compiacimento per l’adesione di ANCE L’Aquila: “Siamo particolarmente soddisfatti ed orgogliosi dell’ingresso in qualità di socio di ANCE AQ. Per noi e per tutta la Community che rappresenta l’edilizia l’immobiliare sostenibile, è un momento importante. La sostenibilità misurata dai protocolli energetico-ambientali è diventata centrale e fondamentale per la rendicontazione necessaria al Next Generation EU e alla Renovation Wave. I protocolli energetico-ambientali nazionali e internazionali, da noi promossi, nascono dal consenso della filiera e di tutte le parti interessate, dunque avere al nostro interno la presenza di una importante ANCE territoriale, con tutte le esperienze e competenze maturare anche durante il sisma centro Italia, è un grande valore. Mi auguro che tutti gli altri attori locali e nazionali si uniscano a noi, perché siamo convinti che, mai come ora, l’unica edilizia possibile sia una edilizia sostenibile.”