Quantcast

Ospedale L’Aquila: “buongiorno patatina”, lo striscione che emoziona

Davanti l'ospedale dell'Aquila c'è uno striscione che commuove: "Buongiorno patatina", una dedica che azzera l'isolamento della pandemia.

Su un muro davanti l’ospedale San Salvatore dell’Aquila c’è uno striscione che commuove e fa sorridere, anche in un momento così difficile.

All’ospedale dell’Aquila, appeso a un muretto, c’è uno striscione comparso all’improvviso con una scritta bellissima: “Buongiorno patatina”, di qualcuno che fa probabilmente sta facendo il tifo da fuori.

Lo striscione rappresenta in questi momenti tutti i familiari, i parenti, gli amici, i nipoti che in questo momento soffrono da fuori per i loro cari, soli, in ospedale.

striscione ospedale

Non si sa chi lo abbia scritto e a chi sia dedicato: in un momento come questo è sicuramente un messaggio che scalda il cuore, a prescindere che il paziente sia ricoverato in un reparto Covid o che sia una donna in attesa di avere il suo bambino, da sola, senza il conforto e la gioia di amici e familiari.

In ospedale i pazienti non possono ricevere visite da tanto tempo e lo striscione diventa quell’abbraccio scomparso e quel conforto scolorito con il passare delle ore e dei giorni.

La pandemia, da oltre un anno, ci ha consegnato un mondo caratterizzato dall’isolamento, acuito in un contesto come l’ospedale, dove ancora si lotta come in trincea.

Lo striscione diventa l’abbraccio collettivo, il tifo come quello della curva allo stadio: in alto, lambito dal vento, come i sogni che si cerca di far volare oltre la pandemia.

Non è la prima volta che in questo anno caratterizzato dalla pandemia, siano comparsi striscioni di incoraggiamento fuori gli ospedali di tutta Italia.

Prima che a L’Aquila, anche a Firenze, fuori il Torregalli, era stato montato uno striscione con un grande “Forza nonna”. Altri messaggi di solidarietà, in questo periodo, sono stati dedicati al personale in forze negli ospedali.