Quantcast

Gli auguri dei Lettori di Il Capoluogo

Teodolinda D’Orazio, 100 anni per la “direttrice” di Collepietro

Teodolinda D'Orazio, cresciuta a Collepietro e sopravvissuta alla Seconda Guerra mondiale. Per lei il traguardo dei 100 anni

D’Orazio Teodolinda, affettuosamente chiamata “la direttrice”, ha compiuto 100 anni lo scorso 2 marzo. Un traguardo di vita arrivato in un momento particolare, ma non per questo meno importante.

Una vita, una storia iniziata un secolo fa quando, in una fredda mattina di marzo, è nata a Collepietro. Un piccolo borgo medievale scolpito sulla viva roccia e disteso su una collina brulla e selvaggia.

Lì ha vissuto l’infanzia scolastica e l’adolescenza, ha visto con i propri occhi la Seconda Guerra mondiale con un comando militare tedesco in casa, oggetto di ripetuti attacchi aerei da parte degli Alleati. È sopravvissuta miracolosamente ai ripetuti mitragliamenti.

Nel 1946 si è trasferita a Popoli, avendo sposato un locale commerciante di calzature, e qui ha trascorso la sua lunga vita di moglie, di madre di tre figli (ormai anziani) e di nonna di uno stuolo di nipoti e pronipoti, che oggi, più che mai, le si stringono attorno per una festa grande e gioiosa, pervasa di amore sconfinato, riconoscenza senza fine e tanta gratitudine.

teodolinda d'orazio

Una Donna che, a cent’anni, è ancora un punto fermo, un caposaldo capace di guidare e di indirizzare ancora la sua numerosa famiglia verso i valori più veri e sani della vita.

“Nella mia lunga vita, non c’è stato mai un giorno in cui non abbia pensato al mio piccolo grande paese, Collepietro”.

 

A Teodolinda gli auguri della redazione del Capoluogo!