Quantcast
Liste di riserva vaccini: stop ai furbetti - Il Capoluogo
Vaccini anti covid 19

Liste di riserva vaccini: stop ai furbetti

Liste di riserva vaccini anti Covid 19: dosi avanzate a fine giornata distribuite secondo le priorità. Stop ai furbetti in corsa verso l’immunità.

Liste di riserva per i vaccini anti Covid: è arrivata l’ordinanza del Commissario straordinario per l’emergenza Covid Figliuolo contro lo spreco di dosi avanzate a fine giornata.

Con le liste di riserva per i vaccini si da anche uno stop si spera definitivo ai salta fila, i cosi detti “furbetti del vaccino2 a cui è stata inoculata la dose fuori lista appunto con la scusa “che non dovevano essere sprecate”.

L’ordinanza del generale Figliuolo è stata firmata lo scorso 15 marzo.

Le dosi avanzate di vaccino a fine giornata, qualora non conservabili, saranno somministrate a soggetti già inseriti nelle piattaforme regionali e che risponderanno a chiamata diretta delle ASL, in base a liste di riserva create in base all’appartenenza a fasce o categorie prioritarie secondo le linee guida del Piano Vaccini.

Quindi, se o più prenotati non si presentano, adesso ci sarà la lista di riserva sempre tenendo conto delle categorie prioritarie.

Il criterio da prendere in considerazione è, dunque, un ordine di priorità già individuato dal nuovo piano vaccini.

In ogni caso non ci sarà nessuna autocandidatura e nessuna coda fuori dal centro vaccini per accaparrarsi una dose “avanzata” a fine giornata.

In questo modo si eviterà che le dosi di vaccino vadano disperse, per la mancata presentazione di alcuni pazienti e nello stesso tempo si metterà un freno ai “furbetti” che sperano di ottenere la dose pur non appartenendo a nessuna categoria prioritaria.

Come successo anche nella Asl 1 dell’Aquila, a oggi, sembrerebbe che ci siano state diverse difformità nella somministrazione dei vaccini.

Covid 19, i furbetti del vaccino: nomi noti tra i 4mila sotto la lente dei NAS

Questa l’inchiesta del Capoluogo, volta a far luce su quanto accaduto nella Asl 1: dosi avanzate di vaccino che sarebbero state somministrate, per non farle sprecare, a persone fuori dalle liste di priorità, anche parenti e amici di personale sanitario.

Vaccini Covid a parenti ed amici, fioccano le testimonianze

 

Vaccinare i familiari dei disabili e caregiver

Nelle liste di riserva entreranno i familiari di disabili e caregiver, questi ultimi inseriti da poco tra i soggetti che necessitano la somministrazione in via preferenziale.

Fino ad ora, non sembra che almeno nella Asl 1 dell’Aquila siano stati vaccinati i caregiver degli over 80.

Obiettivo dichiarato dallo stesso Commissario Figliuolo a margine della presentazione del suo crono-programma di somministrazioni: “ottimizzare l’impiego evitando sprechi, in favore di soggetti comunque disponibili al momento, secondo l’ordine di priorità individuato dal Piano nazionale e le successive Raccomandazioni”.

Dopo le iniezioni ai 4,4 milioni di over 80 in corso si procederà per fasce d’età con oltre 5 milioni di over 70 da immunizzare.

Se si contano anche gli over 55, l’età dalla quale sale il rischio di contrarre forme gravi del Covid, tutta la platea arriva a 19 milioni di persone da vaccinare entro inizio estate. È dunque probabile siano queste categorie a poter beneficiare delle dosi residue a fine giornata.

Stando alle indicazioni contenute nell’ordinanza sulle dosi residue a fine giornata firmata dal commissario all’Emergenza Figliuolo, potrebbero essere queste due categorie, se disponibili, a beneficiare di questi vaccini, che altrimenti andrebbero sprecati.

Queste dosi residue saranno somministrate su chiamata diretta delle Asl in base a “liste di riserva” con criteri di appartenenza a fasce o categorie indicate dal piano vaccinale, a persone già inserite nelle piattaforme regionali.

Vaccini anti Covid: “dare fuoco alle polveri e chiudere la partita”

Nell’attesa che si chiarisca il dossier AstraZeneca, con l’Ema che giovedì 18 marzo esprimerà una valutazione scientifica dopo alcuni eventi di coagulazione del sangue in un periodo successivo alla somministrazione del farmaco, il Commissario per l’emergenza conferma la linea che è quella di “dare fuoco a tutte le polveri e chiudere la partita”.

Obiettivo dichiarato: far decollare la vaccinazione di massa da aprile, con 500mila somministrazioni al giorno entro la fine del mese (oggi siamo a quota 170mila).

Liste di riserva: ipotesi dosi residue fine giornata a soggetti disponibili

“Voglio approfondire la questione delle dosi buttate – ha detto domenica scorsa Figliuolo in un intervento a Che tempo che fa, su Rai Tre – . Bisogna utilizzare il buonsenso: se ci sono le classi prioritarie che possono utilizzarlo bene, altrimenti si va su classi vicine o sennò su chiunque passa va vaccinato; questo bisogna fare“.

Nel giro di 48 ore il generale ha firmato un’ordinanza della Presidenza del Consiglio, “in base alla quale – recita il documento – le dosi di vaccino anti-Covid eventualmente residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate per ottimizzare l’impiego evitando sprechi, in favore di soggetti comunque disponibili al momento, secondo l’ordine di priorità individuato dal Piano nazionale e le successive Raccomandazioni”.

Liste di riserva: alcune regioni sono già partite

In alcune Regioni (come la Lombardia e Campania) sono già partite – rispettando categorie e cronologia di adesione – le vaccinazioni di riserva dovute anche alle numerose disdette causate dal caso AstraZeneca, su cui si attende per giovedì 18 marzo il disco verde dell’EMA per poter ripartire con le somministrazioni già nel prossimo fine settimana.

In caso di parere positivo dell’EMA (che alla luce delle dichiarazioni fornite fino a poche ore fa dalla stessa Agenzia), infatti, Italia e Francia – a seguito di un colloquio telefonico tra i premier Draghi e Macron – hanno già pianificato la ripartenza delle vaccinazioni con AstraZeneca.

leggi anche
covid vaccino
Attualita'
Vaccino anti Covid, 3 su 10 hanno saltato la fila
covid vaccino
Inchiesta
Vaccini anti Covid, Procura di Pescara indaga su eventuali favoritismi
covid vaccino
Vaccino covid 19 l'aquila
Vaccino Covid a parenti ed amici, la Asl pubblichi i nomi dei vaccinati
astrazeneca
Vaccini covid 19
AstraZeneca, vaccini sospesi, Asl1: utenti non devono presentarsi
astrazeneca
Vaccini anti covid 19
AstraZeneca, nuovi tagli alle forniture di vaccini all’Ue
covid vaccino
La segnalazione
Vaccini Covid alle categorie fragili, ma non per tutti: è caos
scanno
La fotonotizia
Scanno, Margherita e il vaccino Covid con il costume tradizionale
covid virus
Emergenza coronavirus
Covid 19 in Abruzzo, 462 nuovi casi positivi
covid vaccine
Piano vaccinale
Vaccini Covid19, da mercoledì le categorie più fragili
covid vaccino
Attenzione
Vaccini Covid, occhio alle tabelle fake
Pierluigi Biondi
La riunione
Comitato ristretto dei sindaci L’Aquila: Pronti a collaborare con la Asl per i vaccini