Quantcast

ASM, lavori al centro raccolta di Centi Colella: apertura a giugno

L'AQUILA - Ripresi i lavori dell'ASM al nuovo centro di raccolta rifiuti a Centi Colella, apertura prevista a giugno. I dettagli del progetto.

L’AQUILA – Ripresi i lavori dell’ASM al nuovo centro di raccolta rifiuti a Centi Colella, apertura prevista a giugno.

È prevista a giugno l’apertura del nuovo centro di raccolta riufiuti dell’ASM a Centi Colella, dove sono ripresi i lavori. Si tratta di un progetto con copertura finanziaria per l’importo complessivo di 392.857,14 euro, di cui 275mila euro, a carico della Regione Abruzzo e per 117.857,14 euro, quale co-finanziamento, a carico del Comune. Il nuovo centro sorge su un’area di proprietà comunale, dove dunque non si pagheranno affitti, ma sarà qualcosa che resterà.

Potranno conferirvi riufiuti i cittadini residenti, le aziende previa convenzione col gestore e solo se rifiuti assimilati agli urbani non pericolosi. I rifiuti ammessi sono gli ingombranti (es. materassi, mobilio ecc.), RAEE – Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (lavatrici, frigo, tv, piccoli elettrodomestici), toner, sfalci e potature, carta, pneumatici fuori uso, batterie.

centro raccolta rifiuti asm

“Il progetto – aveva spiegato l’assessore Fabrizio Taranta in sede di presentazione – punta a migliorare il servizio offerto ai cittadini consentendo loro di conferire rifiuti non intercettabili dal sistema di raccolta attuale [70% territorio comunale servito da raccolta differenziata “porta a porta”, il restante da raccolta differenziata stradale (cassonetti)]; disincentivare l’abbandono dei rifiuti sul territorio comunale (in specie in zona Ovest). Ciò avrà riflessi sia sul decoro urbano sia sulla performance della raccolta differenziata (livello attuale: 36%); consentire di recuperare ad un uso collettivo virtuoso un’area di fatto inutilizzata ed in parte già alterata morfologicamente (presenza di recinzione e di scavo); compatibilità urbanistica del progetto del CdR con la destinazione d’uso dell’area; utilizzare un’area di proprietà dell’Ente; prevedere l’utilizzo di aggregati riciclati (conformi ai requisiti tecnico-prestazionali di cui all’Allegato 4 del DM n. 5205/2015) derivanti dall’impianto di trattamento delle macerie del sisma del 6 aprile 2009 “ex Teges” di Pontignone, gestito da ASM SpA; utilizzare una rete viaria di scorrimento urbano preesistente con un accesso agevole tanto per gli utenti quanto per i mezzi di trasporto e conferimento agli impianti di trattamento”.

centro raccolta rifiuti asm