Quantcast

Vaccini anti Covid Abruzzo, piattaforma attiva per pendolari della scuola

Vaccini anti Covid 19, aperta la piattaforma per le prenotazioni di docenti e personale scolastico pendolari che lavorano fuori Abruzzo.

Vaccini anti Covid 19, attiva da oggi la piattaforma telematica per le manifestazioni di interesse alla vaccinazione anti Covid 19, riservata al personale scolastico e universitario (docente e non docente) residente in Abruzzo, ma operante in altre regioni italiane.

Lo comunica l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì.

Una battaglia portata avanti anche dal Capoluogo, che aveva raccolto numerose segnalazioni da parte di docenti pendolari che non riuscivano a prenotarsi.

Vaccino Covid 19, l’appello degli insegnanti pendolari abruzzesi: “Siamo invaccinabili”

Sono gli insegnanti abruzzesi che si sono trovati in un limbo. Vivono in Abruzzo ma prestano servizio come docenti o come personale Ata in regioni limitrofe. Soprattutto nel Lazio dove, però, non possono avere il vaccino perché le dosi vengono assegnate sulla base della residenza.

Un’odissea che ha visto protagonisti tanti insegnanti abruzzesi impossibilitati a ricevere la dose per l’immunità dal Covid 19 per un impedimento burocratico, legato al codice meccanografico della scuola dove prestano servizio.

Adesso, finalmente, i docenti pendolari abruzzesi, insieme al personale Ata, vedono riconosciuto il loro diritto di vaccinarsi.

Per accedere al sistema basta collegarsi alla pagina sanita.regione.abruzzo.it e scegliere la piattaforma “Scuole fuori Regione”, dove sono state inserite tutte le informazioni sulla procedura.

“Con questa attivazione – spiega l’assessore Verì – andiamo incontro alle legittime aspettative del personale scolastico e universitario che nei giorni scorsi non aveva potuto manifestare il proprio interesse alla vaccinazione perché non c’era uniformità e reciprocità nei sistemi informatici delle diverse Regioni italiane”.