Quantcast

Covid 19, nessun profitto sulla pandemia: sospendere i brevetti

Manifestazione per la sospensione dei brevetti sui vaccini Covid: "Se non sarà vaccinata l'intera popolazione mondiale continueremo ad avere varianti pericolose anche per le popolazioni europee"

Giornata europea per il diritto alla cura e al vaccino Covid 19, Acerbo: “Sospendere i brevetti”.

Si è tenuta davanti al Covid Hospital di Pescara la manifestazione per la Giornata europea per il diritto di cura e vaccino per tutti promossa da Rifondazione Comunista. “L’Unione Europea – ha sottolineato il segretario nazionale Maurizio Acerbo – si è affidata a poche multinazionali per il vaccino anti Covid, producendo ritardi, ma la cosa più grave è che Unione Europea e gli USA si sono schierati contro la richiesta del sud del mondo di avere la disponibilità dei brevetti. Di fronte alla pandemia – ha sottolineato Acerbo – è fondamentale che siano sospesi i brevetti, cioè la proprietà delle multinazionali sui vaccini. È giusto, visto che la ricerca è stata pagata con denaro pubblico dagli stati, ma è anche necessario, come spiegano tanti scienziati e la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità”.

“Ci sono 130 stati del sud del mondo – ha spiegato il segretario di Rifondazione – dove non c’è un flacone di vaccino, ma se non ci sarà vaccinazione per l’intera popolazione mondiale continueremo ad avere varianti pericolose anche per le popolazioni europee. Inoltre facciamo notare che se si sospendono i brevetti, tutte industrie farmaceutiche e tutti gli stati potranno organizzarsi per produzioni in breve tempo e a basso costo, invitiamo tutti a firmare la petizione della campagna europea ‘nessun profitto sulla pandemia’”.